Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2013

skycinema... vieni a meeeeeeeee

Immagine
"Dai zia Patalice, vieni a trovare il NippoFigo prima di pasqua!"

Se ti arriva un sms così sei una merda se inventi la scusa, sopratutto dal momento che il mercoledì prima fu annoverato come uno dei pomeriggi più desolanti che si possano rimembrare, tuttavia vorresti.

Vorresti dirle EducAttrice Ritrovata, io TVBfesssss, ma l'idea di passare un paio d'ore con te e quella meraviglia di tuo figlio, di vedere la tua bella casa (CON LA CUCINA PORCA ZOZZA GALLINA BASTARDA!!!), e la tua serenità strabordante, francamente mi da meno gioia di una puzzola nell'armadio.

E così ho preso i miei due e sono andata; che poi va tutto bene, e stare con loro è piacevole e divertente, e gli ho portato in regalo un uovo più grande di lui, e mi sono sentita una buona amica, ed una brava zia acquisita, e non ho pagato (troppo) lo scotto di un bimbo, e della ragazza che è cresciuta al mio fianco che questo bambino l'ha dato alla luce.

Però l'uovo gigante era riciclato.

AHAHAHAHAHAHAH…

l'idea dell'amore partendo dalla marmellata

Immagine
Stamane, innanzi alla marmellata di albicocca che non mi piace troppo, leggevo l'ultimo numero (o per lo meno quello più a portata di mano) di "Marie Claire" e trovavo un articolo che ha reclamato la mia attenzione, l'amore.
Caaaavoli!
Una rivista femminile che parla di sentimenti?!
Ma quale innovativa invettiva!

Spirito di patata a parte, il moto fondante aveva effettivamente il suo bel perché, partendo dal presupposto che l'amore è amore, che si abbiano 7-17-37-57-70 anni!

...e sebbene anche qui la banalità pare avere la meglio, io mi ci son trovata in sommessa riflessione.

Cos'è amare?
In che modo si "deve" amare?

Ecco, per prima cosa "DOVERE" non è particolarmente affine al concetto d'amore! 

Se uno ama, non è che deve, a quell'uno viene e fa.

Tu mi ami perché vuoi, che devi cosa c'entra?! 

Perché se DEVI, ti sforzi ed un'altra cosa poco affine all'amore è la "FATICA"! 

Se uno ama, non gli pesa rinunciare, non s…

Liberi di scegliere e di volere

Immagine
Stanotte ho sognato una profusione di pancioni gravidi attorno a me...

Pure Jn e la mia collega, la B.F. erano pregne...

Deduco che l'ossessione impera imperante, e qui, se tutto va bene, siamo nella merda!

Per evitar di diventare in mezzo secondo la monoargomentativa ridondante e pesante che so di poter essere, penso cambierò discorso...

La Jn si è fatta un tatuaggio.

Non una cosa piccolina, un ramo di fiori di ciliegio sul fianco; si sviluppa in verticale con un bellissimo disegno ed un'armonia che mi piace davvero molto.

L'ha fatto senza chiedere "il permesso" ai nostri genitori, che quando l'hanno saputo le hanno fatto una ramanzina senza precedenti (in realtà ce ne sono stati di precendenti altrettanto se non più tremende, ma questa proprio avveniva così tra il lusco ed il brusco...).

Lei non è una che in casa parla molto, a dirla tutta non parla molto nemmeno fuori, dalla bocca le devi cavare le parole, ergo il fatto di essere così aspramente giudicata l'h…

& the winner is COERENZA!

Immagine
Anche quando lo faccio per sbaglio lo faccio bene.
Trattasi della scelta del filmone tipico e topico del mercoledì sera sisterrimo...

Abbiamo visto "Ci Vuole un Gran Fisico".
la scelta era dibattuta tra quello e l'horror "La Madre", che sulla carta mi ispirava di più, sopratutto per l'assenza della Finocchiaro, che non mi è mai stata granché simpa... 
Ma con questa commediola mica male, la ricciola bruttarella si è riabilitata.

Tema fondante del film la crsi delle donne al giro di boa...
La temutissima cinquantina che pende sul capo delle donne rendendole stridenti e lasciandole attonite.

M E N O P A U S A

Una "brutta" parola, che per molte sa di liberazione, ma che molto spesso è uno specchio crudele al quale affacciarsi...

E' la fine di tutto, o l'inizio del nuovo?

Una domanda che chi è vagino munita come la sottoscritta, non può esimersi dal farsi, anche se anzi tempo, anche se "fuori luogo".


Prendo la SuperMamma come esempio: un bel don…

Amarcord

Immagine
Ascoltare Baglioni nuoce gravemente alla salute.

Sei li che passi il tuo gioioso Hoover (per il popolo penemunito, e per quelle lerce donnacce che non fanno i mestieri - avete tutta la mia invidia recondita - trattasi di aspiratore!) con le cuffiette simpa (perché fatte a mo' di simbolo della pace - cadeau natalizio-) e tra un "...a far l'amore comincia tu aaaaaaa..." ed un "...del grande real, gli anni di Happy data e di..." ti arriva la voce nazional popolare del Claudione.

Assodato quanto poco sia costruttivo Baglioni nell'allenamento in palestra (non che sia colpa sua, ma diciamo che non vi è quella botta adrenalinica richiesta quando sul tapis stai morendo tra sudore e fatica...) non mi resta che testarlo tra la ramazza e lo spolvero.

Unanime il giudizio di omicidio colposo alla volta della malcapitata casalinga.

Ma veniamo ai fatti: parte "Mille giorni di te e di me" canzone meravigliosa, fatta appositamente per ricordare e tenere aperte…

Pelo incarnito e forfora

Immagine
Non mi spiace vedere l'alba (quasi) tutte le mattine, ma tant'è...

L'insonnia è una bestia bastarda inside, che tipo sabato mattina alle 5,40 avrebbe anche potuto fare a meno di farmi visita, ma c'est la vie...

Nel mio mondo ideale io sono sempre figa.
Ben vestita, col capello fonato fresco e fragrante tipo focaccia, e l'aurea signorile di chi si ceretta/pedi-manicureggia perennemente, e col poro (non dilatato) senza parvenza di sebo insidioso.

Nella realtà non è così.
Sebbene io mi voglia tanto bene assai ci sono giorni in cui la prima cosa che trovo a portata di mano fa style (chiamatemi poco umile, ma ho la fortuna di un'ineccepibile talento ergo sto sempre bene...), e vorrei ricordare lo status imbarazzante della mia capigliatura la settimana scorsa... Tra mollette e borotalco non so cosa pensasse di me la mia cute! (In più ditemi che anche la vostra chioma sta andando in picchiata zio Piero!)
Mani-pedicuraggio sono opera della SuperMamma, ma sono ben lonta…

il link dei trenta... per un venerdì che sa di noia

Immagine
Niente, oggi non mi sembra di non avere niente da dire, sono un po' spompata e un po' svuotata!

Sarà che è la fine di una settimana abbastanza impegnativa, e la prospettiva del mestieraggio di cattiveria di oggi non la lenisce per nulla (sebbene mi sia portata avanti traendo tutto lo zucchero possibile ed immaginabile dalla fettarda di torta al pan di spagna ricoperta di glassa di oggi), anzi se possibile mi spompeggia ulteriormente...

Sarà che ieri sera sono stata al cinema a vedere "La Cuoca del Presidente", che non è E S A T T E V O L M E N T E quel po-po di vulcanica pellicola, e il rotolo piadinoso consumato prima era scarno ed affamato come una modella alle prime armi...

Sarà che da due giorni ho capelli improponibili (...ed anche un po' sozzini) che tyengo appesi alla testa in improponibili costrutti mollettosi, dei quali sono soddisfatta, ma non troppo...

Fattostà che me la vagavo tra i miei blog del cuore (leccaculo che non sono altro...) e mi imbatto nella 

dal lato giusto

Immagine
...se, in venti minuti di colazione, ti cade ripetutamente la marmellata sia dalla fetta biscottata che dal coltello con cui spalmi la stessa, è presagio di sventura?

No perché se lo è io sono segnata da un funestissimo destino...

Scherzi a parte la mia settimana è destabilizzata da quel babbeo di brivido, che ha un'infrasettimanale calciofila e quindi gioca giovedì, oltre che domenica; mi ha quindi chiesto di poter essere assolto per l'appuntamento cinema della settimana (quello che condivido con Jn) ed io non rispondevo per malavoglia...
Mi piace starmene per i cacchi miei con mia sorella, che poi se ci sono anche gli uomini noi si è abbastanza scialla, però non del tutto, cioè si ma no, cioè avete capito, cioè se dico ancora una volta cioè denunciatemi all'accademia della crusca!

Dall'impasse ci ha levate la stessa Jn, che ha proposto giovedì, così il piccolissimo ribaltamento non modificherà poi molto, si, potremmo perderci quel raffinato film da the delle 17 in compa…

Pizza e piani

Immagine
Questo è stato l'8 marzo della Patalice!

Una pizza come non se ne mangiavano dal 15/18!

E se il mondo fosse finito quella notte, io mi sarei anche rifocillata di quel signor dessert tra cannoncini, gelato, panna montata & company, e sarei morta con i succhi gastrici all'opera con tutta quella montagna di zucchero disumano!

Non ho visto nemmeno un pene svolazzare quel giorno, il che mi ha dato quell'illusione di distacco disincantato che non sbaglia mai nel binomio con la mia innegabile aurea snob!
Anche il buon nome della SIGNORA Patalice ha avuto il suo tanto!

Mi sono divertita parecchio con il resto delle Spaziali rimaste, siamo le 4 moschettiere, e tutto è andato più che bene; tra spettegulessss (che elegantemente mi esimio dal chiamare SPUTTANAMENTI!) ciacole varie e anche confidenze di un certo calibro!
...data la mia nota difficoltà di relazione con le vaginomunite, mi chiedo QUANTO sarò in grado di far perdurare questa felice liason!

Cazzabubbole a parte, venerdì …