Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2013

L'estate sta finendo [dai dai dai!!!]

Immagine
Adorato pubblico non pagante, buongiorno!

Storicamente questi sono giorni di gran giubilo per la Patalice: finisce la stagione lavorativa ed io ho un intero mese per riprendere il fiato e rimettermi in carreggiata per arrivare a settembre come Rettore recita, Splendida Splendente!
Quest'estate però c'è stata la ormai nota battuta d'arresto, ed io me la barcameno con me stessa in modo decisamente non eccelso. 
A tratti non vedo l'ora che settembre arrivi e mi innondi di lavoro, scadenze, esami e regolarissimo tram tram.
Mi sento un po' come una coppia in vacanza, tutti si aspettano che vada tutto bene perché, per Diana, sei in ferie!  ...ed invece ci sono crepe che sgretolano le migliori intenzioni, ma è d'obbligo fare buon viso a cattivo gioco, perché in estate si divertono tutti e tutti si fanno le cose più divertenti! 
Era un po' che il mostro nero della paturnia all'ennesima potenza non mi prendeva, ed ero parecchio impreparata... 
Penso a chi mi segue su i…

...riflessioneggiantemente...

Immagine
È una cosa importante.

Non mi interrompete. 
Ho capito perché non diventerò mamma.
E penso quasi sia giusto. 
Ora ve lo spiego, però non fate quelli che "non è vero!" "Non buttarti giù così" "non dire così!" "Non ti arrendere..." perché io la vedo in questo modo, ed in un certo senso questo modo da un senso a tutto. 
Ve l'ho detto che ho una spalla stra simpa che non mi abbandonerà mai, e che tende a rendere le cose "vagamente" più ardue del necessario... Beh forse voi non lo sapete, ma ve lo dico io... in tutta questa gioiosa condizione nefasta, c'è anche la possibilità [non la certezza, per l'amor del cielo...] che non diventi troppo vecchia. 
Poi solo Dio sa cosa può succedere, e solo Lui ed i ricercatori possono darmi pesantemente torto, ma non mi piace nascondermi dietro ad un dito, potrebbe accadere. 
Ecco.
Ho pensato alle mamme. E a cosa dev'essere crescere senza. E mi è venuto un gran buco dentro. Perché ancora oggi, che so…

Le senti le vene piene di ciò che sei... E ti attacchi alla vita chehai!

Immagine
Ho voglia di un anno, un mese, un giorno, un'ora di domande assolutissimamente cazzone e cazzute.

Di quei quesiti esistenziali che non inerpicano su alcun grattacielo, e che a smaltirle basta una sorsata di estathe ghiacciato giù per il gargarozzo! 
Domande sul genere di: "sai qual'è il sogno proibito di ogni donna?"  [mangiare senza ingrassare] 
C'è che ci ho voglia di leggerezza. 
Spensieratezza facile, da stupidaggine ben architettata. 
Che la canzone che più mi smuove dentro è "Leggero" di Luciano, e penso sia perché ho un bagaglio pesante.
Che me la ricordo perché rimanda ad una notte calda di agosto.  La patente presa da poco, 19 anni, i genitori in vacanza con la Jn perché la SuperMamma si era mostrata vulnerabile alla precarietà della vita, ed io avevo voluto affrancarmi, nell'unico gesto ribelle di un'esistenza dedita.  Fu un estate di afa.  
Climatica e non.
Il primo moroso, fighissimo e più grande,  che però il weekend mettevo un stand bye, perc…

24 luglio data importante

Immagine
Appurato che sei ROMPICOGLIONI. 
 Certificato che sei PESANTE. 
 Assodato che sei NEGATIVO. 
 Posso solo farti gli auguri. 

  Io sono quella che cerca di tirare fuori il buono da te, quello sprazzo di ottimismo che hai sopito sotto tutto il grigiore della tua esistenza, sono il sottotenente che sprona il comandante a non arrendersi, ma anche a non gettarsi da solo nella mischia. 
  Non è passato poi molto tempo dall'ultima volta che ti ho scritto, perché io sono fatta così: tra il bianco e il nero di fogli ed inchiostro mi sento più a mio agio, e le parole scorrono più lente [e non ci può essere litigio, strepito, e neppure la parola sbagliata al momento sbagliato!]. 

  Ti esorto sempre alla possibilità, alla fede, alla mancata resa; alle volte ti lancio quei guanti di sfida che paiono schiaffi, con la loro euenza di energia spronante, ed alle volte mi pare di battermi contro i mulini a vento, anto i vedo scoraggiato e preda di mille incertezze. 

  Il baluardo che sei sempre sta…

bau bau chiama e noi rispondiamo

Immagine
L'inerzia di codeste giornate con poco/pochissimo da fare, inizia a farsi prepotentemente sentire... 

 Svegliarsi la mattina [taratarataratta...  soundtracks by ZeroAssoluto] sapendo che farai poco e nulla al lavoro, non è decisamente nelle mie corde! 
 Prediligo di gran lunga essere sommamente impegnata,piuttosto che aleggiare in questa onda luuuunga che mi porterà a mercoledì prossimo prossimo [giorno di chiusura!] 

  Mercoledì scorso mi è successo un bel patatrac alle 7 e qualcosa di mattino: me ne stavo girovagando per la zona con R-Dog al fianco, bello tronfio della sua girettata mattutina, quando vedo un pupazzo da legare che fa la retro ma non guarda. 

  Beh, mi piego per pigliare il mio cucciolo, in modo da non vederlo sottilettinizzato da quel vandalo su 4 ruote, e finisce che mi ritrovo schiacciata io! 

  Ecco no, schiacciata no, diciamo che mi ha buttata a terra, colpendomi ad una spalla, e procurandomi un certo doloroso doloretto...  

  Il tipo era veramente mortifica…

luglio col bene che ti dovrei volere, ma somigli troppo ad agosto...

Immagine
Io mi ritrovo moltissimo in Blair Wolforf, quel suo style retro e bon ton, l'idiolatria nei confronti di Audrey Hepburn, quel fare da ape regina stronza snob e spacca cojioni... 
Insomma, abbiamo veramente tanto in comune! 
 Anche i gusti in fatto di uomini: Chuck Bass non lo batte nessuno, non ce ne sono di banane! 

 Nei post precedenti mi sono sommamente sputtanata, mostrando parti di me che credo pochi sarebbero così folli da condividere [probabilmente a giusta ragione...] ma mi piaceva così. 

 Mi piaceva l'idea di voi altri che non mi idolatrate solo per la mia virtù, ma per chi sono davvero veramente... 

 Sono una stronza, capricciosa, viziata, figlia di papà.

 E vi ho dato tanti di quegli elementi per rendervene conto che credo non debba dirvi altro... 

 Potrei addirittura chiudere il blog... 

 Sciocchezzuole a parte torno a monte. 

 A cose serie. 

 Voglio essere Blair, voglio avere il suo guardaroba, la sua conoscenza del francese, l'ambizione pazzesca che va a buon fine... 

viziatamente me

Immagine
Brivido mi sgrida perché ho organizzato il weekend per il compleanno del Paparotto Gigiotto in un hotel troppo caro. 

Ok. 
Ha ragione.
Come sempre ho fatto quella che a Brescia mybeautifulcity chiamano "Grande di Spagna". 
La realtà è che questo sarà l'ultimo squarcio vacanziero dell'estate 2013, e dato che pure in quel di Formentera non son stata servita e riverita, pretendevo un po' di lusso tutto intorno a me.
Sono viziata ed immatura. 
Vero/verissimo.
Colpa della SuperMamma e di Paparotto Gigiotto, che mi hanno tirata su dandomi scorpacciate extra d'amore e TUTTOQUELLOCHEVOLEVO! 
Pensavo potesse essere un trend vitalizio.
Dannatissima crisi!
Dannatissima me!
È proprio vero che sono giovane adulta nel periodo peggiore dalla grande crisi.  Potrei essere troppo vecchia quando le cose si risaneranno [anche se io spero di no!] 
E pensare che da bambina ho fatto una gran bella vita, una di quelle vite placide e privilegiate che sognano in molti: vacanze nei posti più belli …

Portafogli aperto

Immagine
Siccome amiamo il Bel Paese e ci teniamo a farlo crescere ed uscire dalla crisi, io do una mano all'economia.
Per mia scelta consapevole e non.
I saldi mi affascinano e li amo.  Io shopping lo faccio in 3 versioni: da sola, con Jn e la SuperMamma, con Jn.  La terza è quella che prediligo, non perché lei legge il blog, ma perché un censimento recente del mio armadio ha rivelato che quando compriamo only me e lei faccio gli acquisti migliori.  Perché è diretta sul si e no, ed è poco filtrata quando si tratta di dire se una cosa sta più o meno bene.  Il primo sabato di saldi abbiamo dato, questi i frutti: 
E questo è il mio modo consapevole e scelto di aiutare l'economia. 
Poi c'è quello non voluto.  - la bolletta del con

Utero in

Immagine
Paparotto Gigiotto è una persona alla quale somiglio parecchio. 

Ma io sono più femmina [Per fortuna] più diretta e meno filtrata. 
Lui parla anche meno, rispetto a me, ma in identico modo sappiamo farci ascoltare.
Quindi quando ha preso un volo pindarico di 20 minuti circa, per dirmi la sua sulla procreazione assistita e sulla fecondazione artificiale, mi ha stupita.
Sebbene io sia [un pochino] meno sensibile sull'argomento, rimane comunque un campo di uova sulle quali fare attenzione quando si cammina! 
La SuperMamma, Jn e Brivido si dicono convinti che non ce ne sarà il minimo bisogno, Paparotto Gigiotto mi ha detto che secondo lui uno ci deve provare, fin quando si può non farsi male, non bisogna demordere quando si tratta di volere qualcosa.
Mi ha fatto sorridere il cuore, perché si è fatto forte dell'esperienza di un amico, e del giudizio di un altro, per dirmi questa cosa, ed io avevo gli occhi che ridevano e l'orgoglio a mille, perché lui c'era li in quel momento e c…

Non esattamente un post coi controcazzi

Immagine
In palestra e iniziato quel periodo di stanca e di mortorio più finito.
La gente preferisce godere delle belle giornate sudando come cammelli assetati all'aria aperta, arrivando a casa grondanti e con delle pezze ascellari che manco la De Filippi dei tempi migliori... 
Ciò si traduce in interminabili ore di nullafacenza lavorativa, durante le quali me la 'conto soave con le mie colleghe o con qualche simpatica cliente. 
Insomma non faccio una beata fava! 
Mi aspettano 3 settimane ancora così, che intervallerei volentieri con del lavoro vero ma so già che così non sarà, e ne prendo atto aggiornando il blog, partecipando ancor più attivamente del solito a fb (come se fosse possibile...), stampando ricette dai foodblogger per servire leccornie al mio signor marito, che non c'è mai, impegnatissimo tra lavoro e tornei... Poverino lui che si mangia tutte le sere pane e salamina... 
Comunque nel cazzeggio ci sono anche perle di un certo rilievo:  Ho comprato il silkepil, che per la fig…

La felicità: 4 zampe ed una coda

Immagine
Sabato ha avuto un impatto stratosferico sulla mia vita. 

Si anche gli acquisti da Zara e Bershka sono stati apprezzabili, ma i pollici bene bene in alto li devo al mio cagnolino,R-Dog, lo spettacolo della natura nella foto di qualche post fà!
Ci abbiamo pensato tanto, poi il cane della morosa di un amico di RocketMan, moroso di Jn, ha fatto tre spettacolari cuccioli, ed io ho deciso che sarebbe stato mio! 
Brivido, alla sua prima esperienza con un 4 zampe in casa, era decisamente titubante e senz'altro meno eccitato di me, poi si sono conosciuti ed è scoppiato l'amore! 
Gli fa i video mentre gioca col pallone...  Per farvi capire il degrado mentale al quale è [già] arrivato!
Lui è piccolo ed arguto, abbastanza tranquillo e diffidente, anche se in pochi giorni ho notato che, prendendo confidenza con noi e l'ambiente, si sta velocemente abituando! 
Gli ho comprato una cuccia che pare apprezzare, e gli ho regalato un paio di peluches che lo fanno molto divertire.  Cammina tutto stor…

Versaci dentro qualcosa che sappia di buono

Immagine
Ho scritto tanto [troppo?!] sul fatto di evolversi e realizzarsi, ed, anche se si confarebbe meglio alla mia immagine di blogger premurosa, non tutti i commenti sono iper mega scintillanti. 
Ma alcuni si.  E non perché dicano cose brillantissime per volontà, ma perché sono brillanti loro!  Magari inconsapevolmente, ma così è!
Cito PERSONNE che mi scrisse, in relazione a cosa poteva voler dire realizzarsi, dicendo che un super attico di una splendida conoscente cinquantenne single con una carriera altisonante le era parso VUOTO in modo terrificante. 
Ci ho pensato ed ho realizzato che a me la parola VUOTO piace. 
Nell'accezione più banalissima del termine "vuoto" può non rimandare a prati verdi dove le capretto fanno ciao, ma se mi dici vuoto io ti dico RIEMPIRE.
Ed ecco che VUOTO non è più così brutto.  Perché se hai in mano una scatola e quella non ha dentro nulla, puoi ben decidere di riempirla come caspiterina ti pare.  E tanto brutto non mi pare esserlo! 
Le persone con un vuo…