Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2013

...ricco di sorprese vi si rivelerà...

Immagine
c'è che oggi questa è la colonna sonora scelta...
perché per me fa quella atmosfera un po' sul macabroso andante, che a me mi piace...
è la giornata in cui si "festeggiano" i morti, e in questa notte che unisce morti e santi, la festa anglossassone più copiata da noi italiani prende atto...

sono sul divano e nel lettore DVD le note meravigliose di Renato Zero, nella colonna sonora italiana del capolavoro animato di mister Burton, "Nightmear Before Christmas"... S P E T T A C O L O!!!

datemi un bel biscotto di quelli che in questi giorni avete visto nelle fornerie migliori, quelli a forma di zucca con quella pasta da zucchero meravigliosa che troneggia sopra, e se dovesse esserci, prendetemi pure uno di quei cupcakes con tanto di ragnetto di liquirizia sopra... non andrà sprecato! 

potrebbero esserci alcuni cuccioletti con mega cappelli da strega sopra le testoline piccine picciò, suoneranno i campanelli con la tipica formula "Dolcetto o Scherzetto?!"..…

un buongiorno estremamente riflessivo il mio...

Immagine
Il problema è che non ci si pone i giusti problemi.

E, con una frase così, ad effetto e sospesa tra il lusco e il brusco, potremmo anche mettere un punto al post e dedicarci alla vita, con il tarlo di una micro riflessione che grattuggia le meningi, con buon dispendio energetico...

Comunque, perché iniziare così un martedì dalla fortissima banalità?
Beh, perché stamattina, tra la tazza di caffèlatte e la fetta biscottata con la marmellata, leggendo un "Vanity fair" datato, sono incapata nell'intervista della Pascale, first lady della neo ri-nata "Forza italia" il "mitico" partito fondato nel 1994 da Berlusconi, bandiera del centrodestra italico, di quella Italia che viveva appieno e di gusto quegli ultimi anni di splendore socioeconomico.

Non volendo fare di questo post una pagina di propaganda a favore o contro, preferisco concentrarmi sulle parole della mia coetanea, Francesca Pascale, che, a torto o a ragione, condivisibilmente o meno, mostra una ferr…

autunnali discuisizioni tra leccornie mancate e scritti distribeggianti

Immagine
Combattere una vera/presunta diagnosi di diabete con soli 15 giorni per potersi dimostrare "brava/brava in modo assurdo" è una gran rottura di rotule...

Autunno = castagne
Autunno = primi approcci con la cioccolata calda, panna montata inclusa
Autunno = fuori non vi è che un mondo ostile, io sto in casa e mangio schifezze a profusione

Il weekend, da questo punto di vista, ha potuto godere di un'alternanza ai limiti dell'improbabilità, tra castagne, brioches alle quali dover rinunciare, e cioccolate con panna che mi son state rimproverate alquanto... 

...è stato un weekend di cinema [finalmente!!!] rilevante, di mal di testa imperante [che io vorrei capire come ci si possa convivere in una gioiosa catalessi neuronica di primo livello!], di aperitivi che... meno male che la compagnia è buona!, e di letture ai limiti del distacco delle retine!

Il clima conserva quel suo tanto di primavera in anticipo, o in stra ritardissimo, dipende da che parte pensi di guardarlo per cavarci…

Martino e il nonno

Immagine
Se dividi i lombrichi in due non muoiono.
L'aveva detto suo nonno mentre passeggiavano, Martino non gli aveva creduto, il nonno gli mostrò la bizzarria stupenda dell'anatomia.

Martino non era stato un bambino crudele, uno di quelli che bruciano formicai o imbrattano muri tanto per farsi una risata.
Martino era stato un bambino che alle costruzioni preferiva un succo di frutta, ed al pallone un libro.

Martino alla comunione non aveva ricevuto cellulare o console per videogames, aveva chiesto, e ottenuto un atlante tridimensionale ed un paio di pedule.

Martino, smentendo ogni previsione, non era diventato un brillante scolaro pieno di interessi scientifici, ma un mediocre studente zoppicante, senza propensione per sport o arte.

A Martino piaceva camminare col nonno, ed il nonno lo accompagnava volentieri, nonostante l'anca sbilenca e le troppe sigarette fumate in una vita longeva, che lo mandavano in affanno precocemente.

Martino non parlava molto, ma il nonno nemmeno, e a lu…

quesiti esistenziali per colpa dello Strizza... maledetto il gg che ti ho incontrato!

Immagine
Penso di essere pronta per rimettere sul tavolo carte e fiches, e riprendere il mio posto al tavolo verde.

No, non sono intenzionata a darmi anima e corpo al gioco d'azzardo, ho perso 50 euro a Montmatre l'estate scorsa, ed ancora ci penso con bramosia. 
Il fatto è che voglio mettermi in gioco con maggior trasporto, e la metafora del poker mi è piaciuta... 
Ieri è arrivato il bollettino della tassa universitaria, che con una strizzatina d'occhio mi ha ricordato un altro dei traguardi iniziato, percorso ma non portato a termine...
Fitta al fianco destro e vaga riacutizzazione della mia dipendenza da caramelle gommose. 
Lo Strizza mi ha fatto vedere che la me stessa più bieca ed infame prova un orgasmico gusto nel boicottarsi, e, sebbene ci stia lavorando da mesi, non mi riesce di capire come mai! 
Godo di una discreta autostima, passo intere giornate nella presa di coscienza dell'amore per me stessa, e non capisco perché il mio subconscio non faccia che mettermi bastoni tra l…

...casa...

Immagine
Ieri sera in quel di Brescia My Beautiful City grande evento al teatro Sociale: 
presentazione in anteprima nazionale del nuovo libro di Fabio Volo.

Ora, voi non lo potete sapere, perchè forse io non l'ho mai detto, o forse perché anche se l'ho detto eravate più concentrati ad apprendere come escono le tartarughe dall'acqua, ma ora vi dirò di me una cosa che non sapete: sono un'adepta totale ed una fan incondizionata di Volo.

Ok, ammetto di essermi trovata in difficoltà nell'apprezzare quell'acconzzaglia di sfumature erotiche [ormai passatemelo, le sfumature mi portano sempre e solo a pensieri senza slip...] che è "Le prime luci del mattino", ma non riesco ad avercela troppo su con lui, ergo ce ne siamo andati, io ed il mio amico Menny, a scoprire cosa avesse questa volta da dirci il buon Fabietto...

Arrivati in tempo per entrare ed accapararci il posto, sebbene in piccionaia, abbiamo ascoltato un'ora e mezza di vita di un autore consapevole e maturo,…

amore, sogni, desideri, prospettive, irrealistiche realtà!

Immagine
I miei si sono sposati giovani ed innamorati.

In quattro e quattr'otto perché la sottoscritta è stata un gioioso tiro mancino, ben voluto, ma che ha sicuramente messo lo sprint all'abito bianco...

SuperMamma inizialmente non voleva maritarsi, non per altro, ma non c'era verso che lei venisse chiesta in moglie solo perché c'ero io...

Alla fine Paparotto Gigiotto l'ha convinta e le ha messo l'anello al dito, ebbbbravo lui!  La SuperNonna aveva un po' paura del giudizio della gente che avrebbe additato la figlia gravida nel peccato, ma se era buona 28 anni fa la metà di ora, immagino che l'incazzatura sia durata da natale a San Stefano. 
Si sposarono a dicembre, con una cerimonia senza particolari sfarzi ma con un sacco di "love is in the air", e a maggio nacque la sottoscritta, un puro contcentrato di beltà e splendore, che i SuperNonni accolsero sotto il loro stesso tetto.

Furono gli unici due sposaticonfigli delle rispettive compagnie... e la cosa a…

Non mi manca da morire quel suo piccolo grande amore

Immagine
Nella classifica dei ristoranti italiani segnalati dal Gambero Rosso appaiono ben 13 nomi bresciani, ed io ho mangiato in ben 5/6 di essi, compreso quello arrivato al primo posto.

Ora, è ovvio e scontato che il mio primissimo intento dell'incipit, fosse quello di tirarmela per aver frequentato un locale altolocato abbastanza da essere segnalato dal Gambero Rosso, ma giuro che c'è dell'altro, e non è l'evocazione ad un dolce menta e liquirizia del quale ho ancora il sapore nelle papille gustative...

Il fatto è che il primo posto è occupato dal "Miramonti L'Altro", che fu teatro di un romanticissimo compleanno ivi trascorso col mio ex moroso, il Patatino.

Leggi il nome rinomato e ti torna alla mente una piccola e preziosa storia d'amore fatta di innocente evasioni, di parole troppo grosse, di esperienze frenate e di progetti troppo grandi e belli sai...

Il piccolo grande amore per antonomasia.
Quello che non ci credi che possa finire, e che quando finisci no…

il buongiorno dal weekend...

Immagine
Di fatto i weekend son sempre un bel magazzino da cui attingere per scrivere roba.

Sarà che mi ammorba terrificantemente non avere una cippa lippa da fare, ergo trasfiguro la svagatezza in materiale fertile...
Venerdì, contro ogni prospettiva di quei barbagianni che mi circondano [CougarCumpa e marito], finito il lavoro, ho ritirato quel pacco pellloso che è R-Dog, e mi sono recata al comple di SerialC. Una palla di festicciola, nonostante l'autorevole cifra da festeggiarsi...  Troppa gente mal disposta nel locale. 
Sabato ero OBBLIGATA dalla mia morale responsabile, ad andare con una cliente a vedere un negozio di scarpe, dato che eravamo d'accordo da quasi un anno...  Alla fine le calzature in vendita erano un tantinello troppo costose per le mie finanze ridotte ad un buco nero di sommessa solitudine, tuttavia la compagnia è stata simpa oltre ogni previsione... 
Nel pomeriggio, post pranzo lavoreggiante della mia dolce metà in una casa capeggiata da due chiuaue vaginomunite, vagame…

Dialogando al minimo di massimi sistemi

Immagine
"Ciao Patalice" "Ciao Strizza" "Sai che certi analisti stanno in silenzio appositamente per non influenzare la conversazione ma per indurre la stessa?" "Ah si? A me non pare che non si porti comunque a parare da qualche parte sai?" "Vero Pata, infatti il silenzio induce tanto quanto le parole. Per non influenzare non dovremmo esistere."
Mmmmh  Non so bene perché, ma l'esistenza mi porta a mille pensieri, e la mancanza della stessa forse a certi pensieri extra. 
Personalmente mi ritrovo in una fase esistenziale che ha capo ma coda mozza, e non sono poi così contenta della presa di coscienza in atto. 
Quando non fai pensieri su ciò che ti trovi a vivere, capisci che va bene così, perché è quando le elocubrazioni si fanno presenti e pressanti che capisci che c'è qualquadra che non cosa. 
Prendete la sottoscritta: vedere che, non solo non può mettere tutto nel suo quadretto del cazzo, ma che quel cazzo di quadretto è anche quanto di più err…

Misantrophia mi regala momenti di svago... ben venga lei stessa

Immagine
Ringrazio Misantrophian per avermi concesso di condividere una stra passione... 
La prima serie che hai seguito?
Penso siano state "Primi Baci" e "Baysaid School"
Serie anni '90 preferita?
Decisamente "Beverly Hills 90210", "Friends" e "Dawson's Creek"
Serie anni 2000 preferita?  ...qui c'è solo e soltando l'imbarazzo della scelta... "Sex & The City", "Grey's Anatomy", "Dottor House", "Gossip Girl","Desperate Housewife", "Will & Grace", "Brother & Sister","Prison Break", "CSI", "Scrubs"... fino alle più recenti "The Vampire Diaries", "Revenge", "Criminal Minds", "Glee" Serie preferita in corso? Ad oggi aspetto l'ultima serie di "Gossip Girl" che non ho visto, e le prossime di "The Vampire Diaries" e "Downtown Abbey" e debbo rifarmi una c…

Vai avanti con le antenne ricettive assai!

Immagine
Quando vado al cinema becco sempre la reclam di una macchina, che non cito non per non fare pubblicità occulta, ma perché non mi ricordo la marca [cosa affatto rara, dato che le auto per me sono ricordabili solo se reputate belle dalla sottoscritta] che mi piace un sacco!

Dice che per avere ricordi devi vivere. 
Grandissima verità! 
Sottovalutiamo il valore di esperienze e vissuto, trattenendo presso di noi solo quel meglio che reputiamo tale, mille volte su dieci accodato ad un rimorso, peggio ancora ad un rimpianto. 
Vivere non è sopravvivere, e neppure decidere di sorvolare l'esistenza sulle ali dei sogni, più o meno grandi e fattibili che facciamo; vivere è accettazione del se è di tutto quello che gli sta nel mezzo, che lo abbiamo già detto mille volte e più che capita indipendentemente da noi. 
Ieri sono andata al lavoro, il mio amico Menny è arrivato, mezzo malato, solo per portarmi i biglietti del Liga, e siamo stati lì tre quarti d'ora a chiacchierarcela di tutto un po'…

...bocconi di notizie senza capo ne coda...

Immagine
...certo che non ci si può arrovellare dalle ore 7,34 sulla pagina bianca del monolocale bloggoso e non trovare una fava di strafuca da scrivere...

Cioè ci sarebbe da dire che sono stata dal barbiere e che mi ha tagliato lo scalpo un tantinello troppo corto rispetto ai miei gusti, e che comunque i capelli ricresceranno copiosamente, è solo questione di tempi.

Ci sarebbe anche da dire che ho fatto il cambio degli armadi, ma mi manca il reparto scarpe, ed anche se già così i racconti, roccamboleschi quanto basta da trasformare il mio blog in una pagina alla zelig, si sprecano, ho deciso che mi terrò la chicca per poter condividere con voi la spettacolare varietà della cabina armadi made in Patalice...

Potrei intrettenervi con la mia ennesima seduta dallo Strizza, e con gli effetti benefici che essa ha scaturito, o anche dirvi che debbo organizzare talmente tante cene/aperitivi/merende con amiche, presunte tali, e conoscenti, ma nel primo caso ancora non mi sento di condividere con leggiadr…

vero e proprio autunno...

Immagine
A me il weekend piovoso schifo non fa, affattemente.
Mi fa schifo non fare una cippalippa, che poi lo sanno anche le pietre che divento incontinente di parole, gesti, opere ed omissioni: per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa.

Nel post da figlia amorevole di sabato feci gli auguri alla SuperMamma per il di lei happy birthday, ciò che non vi ho detto è che il Paparotto Gigiotto, spinto da non so quale spirito da marito bravo e solerte, l'ha portata via per una micro fuga romantica, così io e Jn ci siamo fatte il weekend in sommessa solitudine, che alle volte è pure cosa buona e giusta!

Ergo colazione insieme sia sabato che domenica, con annessi giretti spendacciosi, più della mia Sisterrima che non miei!
BRAVA PATALICE LA RISPARMIATRICE!

...comunque ho dato anche io comprando un bel paio di pseudo Dott. Martines antipioggia verde bottiglia che sono un vero e proprio amore di scarpa...

Nonostante questo godurioso momento di felicità compratrice, il mio malcontento era già in the …

gli auguri per un giusto motivo...

Immagine
...perché sei una spaccapalle...
...perché mi hai passato la mania per lo shopping e quella per le spese folli che non mi posso permettere...
...perché mi conosci senza bisogno di parole...
...perché non ti arrendi mai con me...
...perché sei la mia prima fan...
...perché hai accantonato il tuo essere mamma in favore del tuo essere amica...
...perché non ti nascondi per quella che sei...
...perché mi sproni ad essere migliore...
...perché mi ami per quella che sono, ma anche per chi potrei e dovrei essere...
...perché vorresti che io fossi felice in ogni istante...
...perché lo so che vivi attraverso i miei occhi...
...perché detesti per partito preso ed ami incondizionatamente, senza macchia e senza paura...
...perché compi gli anni ma non invecchi...
...perché ci sei ma non sei invadente, o forse un po' si, ma accettabilmente...
...perché hai visto la morte in faccia ma te ne sei scordata quando ci ho fatto i conti io...
..perché hai la sfacciataggine di amare senza rivalse stupide e senza imp…