Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2014

Il vento sui giorni andati

Immagine
Dato che ormai le maturità stanno tirando gli ultimi, ho deciso che, sull'onda di questo decimo anniversario dalla mia, vi intratterrò con un post sul mio orale. 

Arrivavo con un voto decoroso degli scritti, forte di 5 anni fondamentalmente "andati" con la mia media del 7 risicato ed un debito o due disseminati nel percorso, la SuperMamma ricoverata a lottare, ed io, in tailleur gonna longuette, dolcevita smanicato bianco e giacca nera appesa alla sedia, ho fatto il mio ingresso nella sala d'esame con un cartello femminista in mano "uomini tremate, le streghe son tornate", ed una tesina sulle donne che si erano affermate in epoche che non concedevano loro alcuna affermazione: Marie Curie, le sorelle Bronte, Artemisia Gentileschi, una poetessa latina della quale non ricordo più il nome e Sibilla Aleramo. 
Data la proverbiale timidezza (?!?!!?) ho iniziato a parlare a macchinetta, recitando spudoratamente a memoria la parte in inglese, che se mi avessero fermat…

Summer crazy lovely time

Immagine
Il 21 giugno inizia l'estate.
Sabato era il 21 giugno.
L'estate è iniziata sabato.
Con questo meraviglioso sillogismo, apriamo la bella stagione!
Estraete dagli armadi gli shorts più arditi, ed i colori più accesi, e accostateli nei modi più stravaganti; 
non lesinate su pedicure e cerette; tagliatevi i capelli, mi ringrazierete voi ed i vostri coppini madidi di sudore; 
non lasciate che i vostri uomini, se hanno più di 25 anni, si aggirino in luoghi pubblici, dove non ci si può tuffare, in infradito e canotta; 
riempite i frigorifero di mozzarella, insalata, prosciutto crudo, frutta, ricotta e gelato; risparmiate gas ed energia, andando alle sagre di paese, ed ai tornei di calcio, troverete sempre panino e salamina e patatine fritte ad accogliervi; 
date fondo ai vostri risparmi e fate in modo da avere sempre riserve da guerra punica di acqua e bibite, convertitevi all'acqua e menta, sarà la vostra felicità; 

non dimenticate che GELATO è BELLO, e fate di conseguenza;
arrendetevi, …

72/100

Immagine
Io e la mia amica Nuzzu abbiamo riflettuto sul fatto che, la nostra maturità, quest'anno compia dieci anni.

A parte lo smarrimento da shock che ne è conseguito nell'apprenderci attempate, più di quanto non fosse auspicabile, ci siamo scoperte nostalgiche ed un po' peppie nel rivisitare con la mente i giardini dei reciproci ricordi, gettandoci a capofitto nel tram tram che fu, fatto di banchi e professori 
Bisognerebbe proseguire negli studi anche solo per questo: quell'attimo in cui ricordare le cazzate di cui si è stati protagonisti... al di là della versione di greco in seconda prova che ha fatto sudare lacrime e sangue.
Io la mia maturità la ricordo bene. Gioco o destino, volle che quell'estate fui davvero costretta a maturare, senza se e senza ma, e questo è qualcosa di ancor più indelebile di tutti gli scanzonati ricordi di una maturanda...  Ed ho un tatuaggio dietro il collo a ricordarmi un buco nero, che mi sono lasciata alle spalle, ma che c'è... 
So che la m…

Lo spunto della masterchef che è in me stessa

Immagine
Ricordo a tutti e tutte che, stasera alle 18, scende in campo la nazionale...

Ora, non so come siate o possiate essere messi voi, ma mettete in conto che qualcuno possa invadervi casa... 

Un panorama effettivamente, gioiosamente spiacevole.

Immaginatevi una scena del tipo visto ben altre volte, nella mia magione: Brivido che arriva a casa con i "soliti" ed il frigo che piange... 
Necessità virtù, solevano dire nell'antichità... 

La soluzione vi arriva da una lasagna inventata, veloce da fare, non cattiva manco fredda, e gustosa anche come pasto consumato a bocconi sul divano, tra una birra gelata ed un'esultanza senza decenza... 
Bene, allora prendiamo il pane per i tramezzini [va bene anche il pan carrè o il pan bauletto, ma solitamente quello per i tramezzini è più rettangolare e lungo...], prosciutto cotto di buona qualità e formaggi vari a fette [io ho preso emmental e fontina].  Una scatoletta di piselli o ceci o fagioli l'avete? Bene, tenetela lì con un goccio di …

La bellezza inaspettata del numero 2

Immagine
Il "mio" numero è sempre stato il 3.

Ma la settimana scorsa ha avuto come numero ricorrente e fortunato il 2.
Ho visto 2 film in un giorno, "Se solo fosse vero" e "Passione sinistra", ambedue su sky, ambedue commediole romanticose. La prima in puro american style, con l'ex regina pink Reese Witherspoon, in veste di neo scoperta dea della moda, che si affanna per mettere sempre più km tra l'Alabama, sua terra d'origine, e New York, città scelta per rinascere, e dove ha conosciuto l'amore, il dottor Stranamore, dal cui viso sbarbatello si denota che il film ha i suoi annetti... Però è godibile! Il secondo film è una storia tutta italiana: Valentina Lodovini è una militante della sinistra, occupata solo a sprazzi dal partito, col quale collabora da sempre, come da insegnamento paterno, con idealismo e spirito di abnegazione. Fidanzata [cornuta] da sempre con uno scrittore, che fa parte della cerchia intellettuale sinistroide, si trova ad avere a …

Il venerdì nero del vento

Immagine
Venerdì l'italiano abbonato Wind, ha provato il terribile senso di abbandono che si possa provare quando, tutto un tratto, ogni linea possibile ed immaginabile ti abbandona, e tu resti lì, abbindolato da te stesso e dalla tua irrecuperabile dipendenza da internet!

Ci si scioglieva dal caldo, in quello che era un pigro venerdì di inizio giugno. Brivido mi avvisa della sua assenza a pranzo, ed io mi preparo un'insalatona gigante, da abbinare ai 12 bastoncini di pesce acquistati al mercato.
Indugiando, mentre ero in coda in posta, sull'iphone, mi sono accorta che l'iPhone non si connetteva, ma, avendo fatto da pochissimo l'aggiornamento, é possibile ci metta un po' ad ingranare , ma é mentre sono seduta a pranzo col Mac di fronte che la tragedia si dipana...
Non funge ne quello, ne l'iPhone, ne l'ipad... Tutti rigorosamente Wind, tutti oggettivamente morti.
Panico.
1- non ho il telefono di casa, ragion per la quale, se dovesse accadere qualcosa NESSUNO avrebbe mo…

Ricordi su note

Immagine
La musica è evocativa al pari di una fotografia.
Credo su questo si possano avere ben pochi dubbi.
La nostra mente ed i nostri sentimenti, sono indissolubilmente legati a doppio nastro alle nostre emozioni, e che essi affiorino alla parte più esterna dell'epiderma, risulta chiaro, dal momento che alla radio, per caso, passi proprio quel pezzo. 
Mi è capitato stamane, mentre zonzeggiavo sul tapis roulant con le macro cuffie sulle orecchie, di risentire una canzone di una Patalice fa, di un tempo che ormai sembra essersi diluito, per congiungersi in quello che è il presente, al punto tale da non sentire nulla, se non un amaro sorriso carico di ricordi e di "ieri" nel fondo dello stomaco.
"Wake me up, when september ends" fu la canzone che più ascoltai quell'estate là, non volentemente, era una casualità delle radio e del successo dei Green Day. 
Divenne la nostra canzone, quel pezzo che non puoi separare dai gesti, dalle parole, dalla presenza, di qualcuno. 
È una …

Malefica - redenzione di una cattivissima, secondo Disney

Immagine
Se avete in mente la più grande festa di tutti i tempi, e siete pronti a festeggiarla con una miriade di amici, tanti da non potersi contenere a San Siro, ricordatevi SEMPRE di invitare anche il/la vostro/a ex storica. 

Non per spiattellare in faccia quanto splendidi splendenti siate; non perché "è buona educazione"; non perché almeno si è in numero pari; non perché ve l'ha detto la mamma... Fatelo! Punto e basta!
Ecco l'insegnamento numero 1 appreso guardando "Malefica" vera [?!] storia della regina cattiva de "La Bella Addormentata nel Bosco" targata Disney.
C'erano grandi aspettative su questo lungometraggio, un po' perché ha segnato il ritorno sulle scene della neo festeggiata [ha compiuto gli anni] Angelina Jolie, ed un po' perché non avevano mai rimaneggiato il classico della principessa Aurora, di certo non per far passare da eroe il cattivo!
Ora, se vi dovessi raccontare le scene viste, temo vi rovinerei gran parte del divertimento…

10 +1 istruzioni per il concerto del Liga

Immagine
1- Non andare in coppia. No. Ho detto di no. Nooooo. Ma lo avete capito che è no?! E va bene, andateci! Ma fate in modo di essere tutti e due abbastanza appassionati, se no son cazzi. Perché se sei appassionato e stai lì, abbarbicata sotto le ascelle umide, della tua dolce metà, mentre tutti urlano contro il cielo... No dai, non è possibile! 2- Impara le canzoni del nuovo cd. Ora, buon cielo, se si chiama "Mondovisione tour" ci sarà un cavolo di motivo, no?! Vorrà dire che sto benedetto cd vuole anche cantarselo! Compralo, rubalo, scaricalo, fattelo masterizzare da tuo fratello, fai qualcosa, ma non presentarti con la pretesa di cantare solo "certe notti" o "viva"! 3- Accetta la presenza dei bibitari Lo so, scassano le cosiddette, è vero, ma, poveri diavoli, stanno facendo uno sporco/duro/sudato/pesante, lavoro, e se avete sete, vi fanno pure comodo. Il vostro karma, se resisterete alla tentazione di polverizzarli, ne trarrà immane beneficio! 4- Portati da bere da c…

io - random -

Immagine
Pensavo a tutte le cose che accumuliamo nella vita; a tutti quegli armadi stra-pieni e stra-colmi di una forma di tutto/niente dalle sfumature che si toccano impercettibilmente.

Non so se ciò che abbiamo definisca ciò che siamo, faccio ancora un po' di fatica nel districarmi nel parapiglia della definizione del mio io, e, alle volte, cerco e trovo la chiave di volta per avere una risposta che sollevi la coscienza, dalla momentanea perdita di senno. 
Inevitabile, quindi, che una compratice compulsiva consumista, come me stessa medesima, un giorno o l'altro, ebbra dei fumi del latte e nesquik o resa tale, dalle scarsissime ore dormite, finisse per identificarsi con le cose.
Non so se ci avete mai badato, ma il mio nome rimanda ad una "certa" eroina della letteratura inglese, resa nota ai più grazie a mister Disney, la quale non riusciva a destreggiarsi nemmeno in un mondo costituito da lei, dal suo inconscio e dalla sua operatività onirica, e che, a più riprese, cerca la …

resoconto del mese di maggio

Immagine
Non so se ve ne siete resi conto ma, nessuno mi ha avvisato di aver paccato il mese di aprile... che è una cosa profondissimamente ingiusta, perché, sebbene non nutra particolare simpatia per il suddetto mese, esso non mi ha fatto nulla di particolarmente gravoso, per meritare di essere ignorato dalla sottoscritta.

Quindi recupererò.

Ma non oggi.
Oggi mi dedico a maggio.
E' finito.
Ha avuto 31 gloriosi giorni a suo carico, per dimostrare alle folle di meritare il titolo di "Uno dei miei mesi prefeirti in assoluto".

Motivo numero uno, che esula da qualdirsivoglia discuisizione, e che lascerà attonito chi mi conosce per quel giovane virgulto dedito alla giustizia, quale sono, C'E' STATO IL MIO ULTIMO COMPLEANNO CON IL 2 DAVANTI.

...e diciamocelo che con questa informazione potrei anche chiudere baracca e baracchini... 

Ma non lo farò, anzi, mi dilungherò quel tanto che serve per rendere partecipe il tanto amato pubblico, che siete voi, di chi si è aggiudicato il tanto agog…