mercoledì 31 dicembre 2014

Ultimo post del 2014

2014 a noi due.

Diciamolo: in partenza non te la giocavi particolarmente difficile, il 2013 aveva fatto talmente schifo, che tu non potevi che fare di più. 

Oh, non che tu sia stato carino e coccoloso con la sottoscritta, ci son stati giorni in cui sarebbe stato più semplice dar da mangiare alle tigri del bengala piuttosto che viverti, ma sono andati, e la cosa bella e pazzesca è che non torneranno mai più! 

Ti ho iniziato senza aspettative, spergiurando che non ne avrei avute, quello che capita capita, e cose così... Tutte cavolate!
Ne avevo una di aspettativa.
Grandissima.
Enorme.
Ma tu, era giugno, mi hai dimostrato che non mantenere fede ai patti è la cosa che fa più incazzare, e quindi mi hai negato categoricamente la possibilità di una gravidanza. 

Ho tentennato sai?
Pensavo di essere sprofondata così perdutamente, e di essere così irrimediabilmente sola, che ho messo a repentaglio i rapporti più cari... 

Poi però mi sono rialzata, ho rimesso l'elmetto in testa, e mi sono rifiondata nella mischia, ed è stato lì che mi hai mostrato il tuo volto più benevolo! 

È dalla fine dell'estate che smezziamo pane e companatico tu ed io, che si va d'amore e d'accordo... 
Tanto che quasi mi spiace sia arrivato il momento, per te, di cedere il passo al nuovo anno...

Cosa dovrò aspettarmi da domani? 

Non cambio mood: non mi aspetto di nuovo niente.

...da te...

Perché adesso che ho visto come io possa essere capace di intestardirmi sui sogni, per farli aderire alla realtà, mi si è aperto un ventaglio di occasioni.

È vero, la vita traccia il percorso, e decide lui ostacoli e segnaletica, anche improvvisi, ma siamo noi a guidare la macchina e a decidere la velocità del viaggio.

Sarà l'anno dei miei 30 anni, ed anche l'anno in cui Patalice diventò definitivamente "grande"...

Non ti chiedo nulla, non voglio una "vita nuova", vorrei poter ricordare tuo fratello 15 con un occhio di riguardo, solo questo... 

Per il resto, grazie 2014 per quello che hai dato... Ed anche per quello che ti sei preso! 
...dopotutto il diavolo, non è mai brutto come lo si dipinge, no?!

martedì 30 dicembre 2014

Guida intergalattica VELOCISSSSSIMISSSSSIMA per sopravvivere al Veglione di Capodanno

Stì capperi, è già il 30!
Pareva ieri Natale, e poi col weekend in mezzo...insomma non mi sono raccapezzata!
Buon cielo, qui vi è da recuperare!

Allora, il Capodanno è, fondamentalmente, nolenti o volenti, festeggiare o cancellare un anno...
Se siete uno da bicchiere mezzo pieno festeggerete l'anno che verrà, se siete uno da bicchiere mezzo vuoto annegherete [nell'alcool molto probabilmente] i 365 giorni che son stati.

Ma festeggerete.
...e questo potrebbe già essere di per se un buon motivo di felicità...

Certo, se non avete più 18 anni, se non siete diretti in una meta da sogno, se avete facoltà mentali/fisiche/elettive per poterlo fare, uscire proprio quella sera proprio per divertirvi, potrebbe darvi un po' ai pazzi...

ANNOTAZIONI PER UN ULTIMO CHE VALGA IL PRIMO
* il cenone in casa - ha i suoi lati negativi, ve lo dice una che ne ha organizzati un paio, ed è stata più impegnata lì che all'esame della patente, ma regala forti emozioni la possibilità dimangiare come luridi porci e poi stravaccarvi sul divano senza ritegno... 
* cena fuori menù alla carta - non lasciatevi abbindolare dalle mega proposte dei ristoratori 6 volte su 5 trattasi di chiavica con tutte le lettere maiuscole... se proprio volete o dovete uscire, optate per un posto che lasci libera la clientela di magnare quello che gli va... certo, non aspettatevi servizio da guida Michellin... 

* la compagnia tutta riunita - non sono una da compagnia allargata, anzi... tutt'altro! Tuttavia non posso dire di disdegnare la MIA compagnia riunita, e passare l'ultimo e festeggiare il primo con loro è un piacere...
* il tet a tet - MAI fatto un capodanno romantico, nel quale ci si scambia benevolmente un segno di pace trombando come ricci allo scattare della mezzanotte, come Cenerentole zozze... eppure ha il suo perché... due flute di champagne, un take away sushi... cose così insomma...
* la solitudine - ebbene si. Capita. Succede di non avere idee, non avere compagnia all'altezza, oppure avere solo una montagnola di cazzi propri da smezzarsi con se stessi, ed allora, per non rovinare la festa a nessuno, meglio stare a casa. Da soli. Con la tv... che su Italia1 c'è la rassegna di Tim Burton, e male non dev'essere

* scartate la sobrietà a prescindere, abitini o dettagli [uomini o donne che voi siate] sberluccichevoli SEMPRE [a capodanno...] - farsi riconoscere dev'essere qualcosa di più di un intento, deve essere proprio un grido di battaglia! 
Papillon colorati con scarpa da tennis abbinata per l'uomo, abitino di lustrini e pailettes per le fanciulle, sarete circondate da woman in black e man in boring... sbaraglierete possibili concorrenze in men che non si dica!
* no al pigiama - anche se sarete a casa con il vostro lui/lei o in sommessa solitudine vi è assolutissimamente vietato indossare qualcosa di meno di un abito da sera degno della prima alla Scala di Milano, dopotutto è sempre e comunque un anno da salutarsi, e farlo in pantofole è disdicevole alquanto.

* la festona si si si, la festona no no no - non proprio tutti tutti sono dei viveur nati, degli sbaraccatori, dei chiudilocali... ci sono anche i poveri cristiani che si, si fanno una ballatina, sbevucchiano e poi tanti saluti a casa. Ma all'ultimo sembra essere d'obbligo divertirsi. Sempre e comunque. Sfatiamo qui un mito: non è detto che ci si diverta, anzi... Quindi, per evitarvi figuracce da puzza sotto il naso, fate del vostro meglio per ritrovarvi ad essere nella situazione ideale e con le persone giuste, vedrete che il resto verrà da se... anche se sarà un resto scarsino, almeno avrete iniziato l'anno col buon proposito di chi ce la mette tutta per se stesso, hai detto niente! 
* fuochi e botti invece NO e poi NO - gli animalisti più tenaci ci hanno invaso le bacheche facebook, ma questa volta ci hanno ragione ci hanno, botti e fuochi vanno bene per chi lo fa di mestiere, non per quei ragazzini che poi si trovano senza dita al pronto soccorso l'1 mattina 

* è ancora iper mega vietatisssssima la dieta - ebbene si, non è ancora la [malefica] Epifania che tutte le feste si porta via... siamo ancora nel vivo di queste feste, ergo vedete di non fare le fighette isteriche e dateci dentro!
* non prendete impegni - verrà normale programmare e fare, visto per altro che l'ultimo cade [che il calendario sia benedetto] di mercoledì, ed avete un luuuuungo weekend di prospettive innanzi a voi... tuttavia evitatevelo, fatevi una cortesia! Iniziate l'anno in totale relax... 


Gli auguri li lasciamo a domani, 
mi spiace che la classifica delle bellezze del 2014 sarà affidata al 2015, così come il bilancio del mio 2014, ed anche lo stilare di buoni propositi & company, ma c'est la viè, no?

lunedì 29 dicembre 2014

...un resoconto veloce [ma non troppo] su quella gran bella cosa che è il NATALE !

Diciamocelo, a stare a casa in ferie ci si impigrisce, e meno fai, e meno faresti.
Punto.
Che poi a me, questi 4 giorni di vacanza sono pure serviti.
E me li sono meritata!
Non come quelli che strattonano il Natale, ma si cuccano i benefici, no Signore! La sottoscritta ha santificato le feste, e dopo, è solo dopo giorni e giorni e giorni di rotture di cojioni per tutti, ha goduto del relax!

In sintesi Vigilia: mi sveglio e vado al lavoro, passiamo là la giornata, piacevole. C'è gente, si brinda, devo essermi mangiata così, damblè, un chilo di panettone con la cioccolata [fondente però, quindi sanissima...] ho ricevuto regalini extra, che avrei aspettato la sera per aprire, e poi arrivano le 7 e si sbaracca.

R-Dog è con la Jn, Brivido in giro per aperitivi, doccia luuuunga e calda, e via si prendono pacchi e pacchettini per le persone care alle quali ho fatto regali [sono risicatissime, non per piaggeria, ma per dare valore a chi conta di più...] e ci si reca dalla SuperMamma per il mitico veglione natalizio.

A tavola strabordano cotechini, spinaci, gallina ripiena, polenta, lingua salmistrata, tartine, anguilla, frutta disidratata, pandoro con budino, ed anche una certa piacevole quantità d'alcool...
...come potete dedurre dal menù siamo tutti vegetariani e salutisti in famiglia!

Nel frattempo arriva anche RocketMan, che sancisce il momento di apertura dei cadeaux... 

Non sto a fare la lista...
Ma è lunga!
Molto lunga, parecchio lunga!
Predominanza di vestiti e libri, con la new entry di cosette per la casa nuova, ma il tutto dominato da una fantasmagorica vestaglia pelosa caldissima con il cappuccio a testa di pinguino!

Per il primo natale della sua vita la SuperNonna non si commuove e non dice che forse non ce ne sarà un altro... Ma di questa cosa, che non voglio leggere come un segno o chissà che altro, forse mi sono accorta solo perché non ero abbastanza attenta in generale... 

All'una passata io, Brivido e Menny andiamo a casa di Olly per il Brindisi natalizio con la famiglia che abbiamo creato...

Olly ha un panettone buonissimo, ripieno di crema al pistacchio, cugino, son sicura, di quello al fondente del pomeriggio [...vale la proprietà dell'alcool? Che se non mischi fa meno male? Perché se così fosse io mi sono salvata...] e un sacco di croccante, generosamente elargito.

...e noi, come se non avessimo mangiato bastevolmente durante la cena, trangugiamo senza pietà! 

Scambio di doni, Olly apre quello che avevo fatto a Brivido, e le bretelle donate a Olly gli si rompono in mano, ma a parte questo ci divertiamo tantissimo.

Ed io ricevo biglietti per il concerto del Liga e la macchina per i popcorn. 
Tiè!

Natale...
Partiamo male perché, la sera della Vigilia, entriamo nel letto che sono le 3 passate, e niente io non dormo! 
Vado in sala e mi guardo un film, mentre il mio cane se ne va nel letto al posto mio... 

A mattinata inoltrata Brivido si sveglia s mi da il suo regalo, un favoloso paio di Ugg! 
Blu, io li volevo coloniale, ma ha già azzeccato taglia e modello, non siamo troppo pretenziosi suvvia! 

Ed ora la nota dolente: il pranzo coi PARENTI al RISTORANTE!

Ora, io apprezzo il Natale perché è l'unico momento dell'anno in cui li vedo, ma si è a casa di qualcuno!

Al ristorante non è proprio proponibile!
Ore di attesa, cibo scadente, e l'impossibilità di chiacchierare tutti insieme.
...aggiungeteci pure che il posto era una catapecchia... 

Va beh, a saperlo avrei caldeggiato Natale in casa Brivido, dove tra cotechino e piatti della tradizione mi hanno fatto un'invidia... 

Abbiamo chiacchierato sulle cose da fare nella nuova casa, si sono anche offerti di dare una mano, e siamo tornati a casa con un cesto di frutta, un bellissimo libro Laudree e una corpulenta zucca! 

La sera io ho guardato Nightmeare before Christmas, Brivido è morto da qualche parte sul divano. 

Santo Stefano.
Mattinata di ripresa.
Sono andata in palestra, maledicendomi per lo stop, ho fatto colazione con la Jn e la SuperMamma, dunque mi sono sdraiata sul divano e ne sono riemersa parecchie ore dopo, con un'idea: ANDIAMO AL CINEMA!
...pensa te Pata che l'hai avuta solo tu questa trovata...
Ergo riunisci la Cumpa, trovati alla multisala e scopri che... E' TUTTO ULTRA MEGA STRA IPER PIENO!

Eh va beh... ma allora ditelo che non mi volete portare al cinema, e che diamine!

Si ripara con un aperitivo, poi i maschietti vanno a giocare tutti insieme appassionatamente alla playstation, mentre la compagine femminile va in quel della mia casetta, a guardare Rapunzel sul divano.

Poi è stato subito WEEKEND, che è una cosa inauditamente bella!
...morire di inerzia al domani delle feste, intendo...

Cose clamorose?

* la visione di ben DUE FILM al cinema, "BIG HERO 6" e "IL RICCO IL POVERO E IL MAGGIORDOMO", 
* la consumazione di una merenda... aspettate solo un attimo... LEGGENDARIA con la Jn
* finire la prima rondata di feste seduta ad una tavola con la famiglia che mi sono costruita, quella che non è legata dal sangue, ma dall'anima... e farlo di fronte ad un hamburger con patatine fritte per altro!

mercoledì 24 dicembre 2014

BUONA VIGILIA - BUON NATALE - BUONA VITA

...Vigilia di Natale...

ed ora che ci siamo, mi spiace che non sono ché meno di 48 ore prima della fine del tutto... 

...ma bando alle chiacchiere, che poi finisce che mi intristisco ancor prima di aver goduto del bello... 

Mi sa che fino al 26 non avrò un istante, tra pandori, cotechini, auguri e regali...

...ma ora un salutino chi ve lo può togliere?


martedì 23 dicembre 2014

...dopo questo ancora uno...

Penultimo post pre Natale in carne di cotechino, maglioni ridicoli, luci che si bruciano, pacchetti da fare, video in sms che quando li apri vorresti uccidere il mittente, auguri e ossa di commesse scarnificate. 

I 3 prediletti natalizi, in senso assoluto. 

I 3 PIATTI DELLA TRADIZIONE
* pandoro col budino 
* spinaci che fa la mia SuperNonna
* lingua salmistrata

LE 3 CANZONI PIÙ FICHE
* All I want for Christmas is you
* Christmas is love around me
* Santa Claus is coming to town

I 3 FILM PIÙ RAPPRESENTATIVI
* love actually
* piccolo lord
* miracolo sulla 34esima strada

I 3 CARTONI DISNEY CHE SI ASPETTANO
* la bella e la bestia
* Cenerentola
* Biancaneve e i 7 nani

LE 3 TRADIZIONI CHE FANNO DI NATALE NATALE
* aprire i regali la Vigilia
* il cinema della sera di Natale
* il post messa della vigilia da Olly

I 3 ASPETTI DA CAMBIARE
* assenza di ferie alle feste
* non saper fare niente di manuale da regalare
* la tua assenza

I 3 REGALI DA NON RICEVERE
* piante/fiori
* statuine natalizie
* candele

LE 3 GAFFES DA EVITARE
* acquistare abiti troppo grandi per donne o amici iper sensibili all'argomento
* chiedere a parenti/amici che si vedono una volta l'anno come va con le faccende amorose
* non avere pensierini per tutti quando ci si trova a tavola con 8 persone e si ha regali per 7

...e giusto perché siamo [quasi] a Natale facciamo che rispondo alle DOMANDE SULLA TRADIZIONE, del test al quale nessuno mi ha invitata a rispondere, ma che io ho comunque spavaldamente, fatto mio...

1- Quando fai l'albero di Natale e chi lo decora?

...fosse per me lo farei all'inizio di novembre...
quando avverto l'esigenza di accendere le lucine natalizie... alla fine aspetto almeno fino al 25, come ho fatto quest'anno! 
Ho fatto, io, solo esclusivamente unicamente, io!

2- Luci bianche o colorate?

Bianche.
Colorate sono più allegre, bianche però restano un must dello shabby casalingo che per la sottoscritta è "roba di casa"...

3- Che cosa farai durante le feste quest'anno?

lavorerò!
purtroppo da noi non si chiude...
tuttavia, quello che è certo, è che si mangerà... parecchio!
vedrò tanti film di natale, starò con le persone che amo di più... le MIE persone!

4- Qual è la tua bevanda preferita di Natale?

...ho scoperto il succo di mela caldo, decisamente apprezzato ed apprezzabile...


5- Panettone o Pandoro?

pandoro tutta la vita. Bauli per essere precisi.... che se poi ci metti sopra il budino, o la crema dolce al mascarpone, o la nutella a bagnomaria, è la morte sua!

6- Qual è la tua canzone di Natale preferita? 

All I want for Christmas is you di Mariah Carrey, che la sento e mi viene l'allegrezza cosmica!

7- Sci o slittino?

Slittino... sebbene dubiti fortemente di andarci quest'anno.
ma darei più possibilità di utilizzo a questo, piuttosto che agli scii...


8- Qual è il tuo profumo preferito invernale? 

Arancia e cannella direi...
anche se, per me, natale sa anche di biscotti fatti in casa...  
ciò posto sappiate che io non sento odori/puzze/profumi, quindi...

9- Dimmi la tradizione che preferisci del Natale? 

girare per negozi prima della vigilia... e poi la cena di natale del 24, con annesso scarto di doni!

10- Se potessi vivere in un film di Natale quale sarebbe?

"Love Actually" è il mio film di natale prediletto... non so se ci vivrei, ma mi piace proprio tantisssssssimo!


11- Qual è il colore del tuo Natale?

rosso ed oro la fanno da protagonisti, con il verde.
in pieno christmas style

12- A Natale stai in pigiama o vestita elegante?

a natale vado dai parenti... ogni tanto penso che mi servirebbero 24 ore pigiamate nelle quali fare NIENTE DI NIENTE ma poi mi piace e mi fa piacere il giro del parentado tra i miei e quelli di Brivido, anche elegantemente acconciati, perché no?!

13- I regali li apri la vigilia o la mattina di Natale?

La notte della Vigilia, post super mega cenone con i parenti più stretti, dopo essermi ammazzata di pandoro con budino, e tutte le altre prelibatezze natalizie...


14-Cosa preferisci il pranzo di Natale o i dolci?
 
...ma che domande... io vivrei letteralmente di dolci!

15- Un augurio?

La felicità.
che è banale, un clique, ma Dio quanto è bella!
concentratevi su una cosa che vorreste, e che farebbe di voi persone migliori, per voi stessi e gli altri... Ecco 

...ed ora che ho fatto il mio dovere, da brava e nataliziosa fanciulla, vi lascio alla vigilia della Vigilia...

FATE I BUONI CHE BABBO NATALE VI GUARDA...
...mi raccomando...


lunedì 22 dicembre 2014

Christmas NO!

...chi mi conosce lo sa...

Sono una ragazzina rosso/bianco/verde, ho una barba bianca ben nascosta ed un cappelletto con pon pon che mi sballonzola sulla testa.

Insomma, io A D O R O il natale, è decisamente il momento dell'anno nel quale mi pare più giusto pronunciare la parola "grazie" per definire le mie sensazioni continue ed infantili, ed è il periodo durante il quale, sgrano gli occhi, manco fossi un maschietto in pubertà di fronte ad un paio di tette.

...tuttavia...

...eh, cari miei blogger, tuttavia ci sono aspetti del christmastime, che hanno il potere di innervosire anche la sottoscritta!

Una carrellata tutta per voi!

* i bambini che cantano le canzoni natalizie.
Avete presente "Io canto", il programma di Gerry Scotti coi ragazzini usignoli?
Ecco, a me, ogni qual volta si presenta una seienne che intona Gianna Nannini o Marco Mengoni, parte un rush cutaneo.
Se poi, la canzone destrutturata è un classicone di Bill Crosby, mi sale l'omicidio!
Perché, se c'è del vero nel fatto che dicembre sia dedicato agli infanti, è altresì vero che io taglierei loro le corde vocali una ad una...

* la scarsissimissima opera di pubblico decoraggio!
...che io posso anche comprendere lo spending review, ma così pare di essere nel terzo mondo! 
Brescia ha la baldanza natalizia di Mister Scrooge, senza parlare della provincia che pare essere in letargo programmato.

* il regalo sbagliato.
L'arte regalatoria è sublime e difficile, non sono in molti a poter vantare una bravura accattivante, ed un senso del christmas gift adeguatamente sviluppato, eppure non è in alcun modo accettabile, oggi nel 2014 con tanto ciarpame delizioso nelle vetrine, di poter fare barbine figure!
...eccheccacchio!

* il "non ti regalo niente perché hai tutto"!
E ti si presenta gente con il presepino stilizzato, con il panettone gastronomico, con l'offerta a nome tuo alle madri che perdono i figli al centro commerciale...
Ma buon cielo celeste, se ho tutto, è perché tutto mi piace, no?! 
Siate banali e prevedibili: una biro spiritosa, un abbonamento a cappuccio e brioches, una sciarpa handmade, un barattolo di biscotti, un libro, minima spesa massima resa! 

* il rifiuto all'invito.
Lo recita anche una pubblicità di pandoro o giù di lì: siate buoni!
Come si fa a non andare a tutte le cene possibili ed immaginabili del periodo?!
Come si può non accettare aperitivi/colazioni/merende/circoncisioni/sagre?! 
Bisogna prestarsi a tutto!
Accettare con cuor gioioso, ed accumulare esperienze, annedoti, figure di merda, torrone sui fianchi, eccetera eccetera...

* il guardare nel piatto con un contacalirie al posto delle retine.
A parte aver già espresso il mio inelegante parere nei confronti della gente a dieta a dicembre, rincaro la dose con una domanda: che vi inventate come buon proposito a gennaio, se non avete qualche chilo da buttare giù?! 

* il prendersi troppo sul serio.
Essere carini e coccolosi va benissimo, ma se anche date un'occasione a quell'orripilante maglione con le renne e quel berretto bordato di pelo di topo che parte su "Oh happy day" ad ogni battito cardiaco, che male c'è?! 

* l'essere vegani e salutisti e vegetariani ed intolleranti
Ciao, chi vi parla è una che ha la minaccia del diabete che le inquina l'esistenza, una che ha reazioni contrastate e contrastanti, ogni qual volta mangia diversamente da zucca e petto di pollo.
Non scassate los marones con il pandoro carico di glutine ed il cotechino rimpinzato di steroidi.
Mangiate. 
Così le fauci le avete impegnate in qualcosa di più interessante delle teorie di Marco Bianchi, con rispetto ciarlando! 

* la programmazione scarsamente in tema alla tv...
Manca meno di una settimana al 25, e... Dove diamine è "il piccolo lord"?! Perché ancora non hanno riempito il palinsesto di Disney e Fantaghiró?! Dove sono l'urlo da dopobarba che ha perso l'aereo, è il Natale inglese tragicomico di "Love Actually"?! 
Dai cazzo!

...ma sopratutto, dico NO a...

* la gente che dice di detestare il Natale. 
E se la prende con la Bauli, e defenestra l'abbonamento di Sky, e grida allo scandalo per il presepe a scuola, e non può vedere un albero decorato manco a pagarlo un tanto al glitter... 
E diciamocelo che, tranne poche eccezioni, trattasi di una posa!
Pare far figo l'atteggiamento Grinch, ca va sans dir?! 
...quindi se vi arriva un regaletto ci sputate?! 
...quindi non state a casa dal lavoro durante le festività?!
...quindi se vi augurano "Buon natale" rifilate ganci e sberle?
No, giusto per capirci... 

venerdì 19 dicembre 2014

Christmas Wishlist 2014

Sicuramente c'è di vero che io sono una persona molto molto esigente.

Tendo a mettere un velo di tremore e terrore negli occhi di chi mi guarda.

Prima o poi mi rivelo un pezzo di pandoro, una renna che sbuffa ma si fa traino da slitta, ma le tempistiche sono indeterminate al 1000x1000...

Ergo, aver a che fare con me è una partita, come cantava Antonellino, il gioco è stato duro comunque sia finita...

A Natale, a differenza della tradizionale idea per la quale siamo tutti più buoni, io non faccio eccezione nell'essere il donnino impossibile che tutti amano...

Un'affermazione di sapientissima coerenza la mia, che rende la vita difficoltosa, ma avete idea delle soddisfazioni?!

Ciò posto, a meno di una settimana da giorno rosso per antonomasia, io ancora non ho compilato la Wishlist.

I regali dovrebbero giacere ordinati e luccicanti sotto gli alberi illuminati, ma il condizionale è d'obbligo... 
...conosco almeno 37 persone che si ridurranno alla Vigilia!

Primo Brivido, secondo Paparotto Gigiotto, che poi lamenteranno il fatto di non aver trovato quello che cercavano...
...e grazie al cavolo!

Comunque, io ivi elenco i miei desideri dicembrini, e vediamo come butta!

* stringate senza stringhe nere
* ugg color coloniale bassi con fiocchetto dietrostante
* collana o/e bracciale Tiffany cuore 
* vacanzina nel sud della Francia o a Berlino o in Irlanda 
* buono da Lazzari a Verona
* il Mac sticazzi
* l'iPhone 6 
* la stufa in pellet per il salotto
* l'arredamento fisico del mio studio
* un'altra macchina da scrivere
* un grammofono
* un mappamondo
* una lavagna da muro
* il tavolino nano Kartell
* la mini clutch Stella Mc Cartney
* un corso di pasticceria
* rinnovo abbonamento a Vanity Fair
* pigiamone Oisho con calzettoni e vestaglia
* pellicciotto blu di Zara
* rinnovo abbonamento a Vanity Fair
* il dvd di Frozen
* tutti i libri possibili ed immaginabili
* il cd di Tiziano Ferro e i biglietti per il suo concerto

...tutto qui... 
...alla fine, siccome mi si rimprovera una certa mancanza di praticità e di pragmaticità, la lista dei regali mi pare molto molto accondiscendente davvero!
Applausi e cadeaux alla sottoscritta! 

mercoledì 17 dicembre 2014

FAMMI DOMANDE, FAMMI PENSARE [cit.]

Niente, voi lo sapete che io sono sempre molto ben predisposta alle perdite di tempo, utili quanto la conoscenza dell'acqua intra ed extra cellulare dei bradipi, se poi mi vengono proposte durante le feste, il tutto si amplia a livelli incommensurabili... 

...perché quale momento migliore, di quello in cui bisogna essere più buoni e generosi col prossimo, di questo?

Fattostà che, dalla FOLLE e dalla MAREVA c'è sto giocondo giocarello, che presuppone che nei commenti, i visitatori, mettano una domanda.

Non c'è tag che tenga, non è su invito, non c'è scopo definito, ne si vuole andare a parare da qualche parte, semplicemente, è un modo come un altro di riempire un post che, altrimenti per quanto riguarda la sottoscritta, avrebbe colori come rosso/bianco/verde, profumerebbe di cannella, ed avrebbe la punta del naso sporca di zucchero a velo e gli occhi macchiati di cartoni aniamti....

Così, senza ne arte ne parte, senza vincoli ne sviluppi di continuità, domande alla cazzo, tanto per capirci...

Ho accettato come il kinder Bueno, a cuor leggero, di intraprendere questa novella avventura, che è praticamente il trend bloggoso della settimana.

Ergo, miei affezionati lettori senza una fava da fare, fatemi una domandina... vi risponderò!

La Folle, per altro, faceva notare come le varie domande poste, svelino qualcosa di più, delle persone alle quali sono poste, come se la gente che ci legge avesse di noi una ben definita idea, che cela tutto un mondo... 

...se così dovesse essere, probabilissimamente, a me farete domande intelligentissime, intrise di mistero e sensibilità, così, tanto per dirne una!


Giusto perché un post così corto non è proprio da me, mi faccio uin po' di gioiosa campagna pubbliciaria, mettendovi i link delle mie pagine social...


...non perché io abbia velleità da Francesco Sole, in verità debbo ammettere che, a tratti, sono interessante come un petalo di carciofo, però vi do la possibilità di conoscermi meglio, e di farvi sonoramente gli straffaracci miei...

Quindi: 
se andate su facebook mi troverete qui
su instagram sono questa qui
su pinterest mi diletto così
su googlie + eccomi

...e basta, che già è sufficente per rompervi le balline, no?

lunedì 15 dicembre 2014

Decalogo delle cose che fanno NATALE

L'orologio corre e il calendario non consente proroghe, è l'ultima settimana piena prima di Natale. 

Ho addobbato la casa, finito di acquistare i regali, ed è stata stabilita la tabella di marcia per il 25 che verrà. 

Tutto sommato posso dirmi soddisfatta, sebbene il tempo stringa e le cose da fare siano state più di mille, sono piena di spirito natalizio e di voglia di fare.

È tempo di liste.

Liste di regali da fare.
Liste di piatti da cucinare.
Liste di bigliettini da inviare.
Liste di desideri da mettere nero su bianco.
Liste.
Un sacco di liste. 

In foto, per voi, gli elementi che fanno di Natale, la meravigliosa festa che è. 

Stare con la famiglia. Non quella che il sangue, ed i lombi, vi hanno imposto, ma quella che avete scelto e vi siete costruiti.
I soldi sono pochi.
Giornali e televisione terrorizzano con bilanci spaventosi, e prospettive infauste... Ma non tutto il nero è pece, che anche il Black che sfina e rende eleganti... 
Pensierini, piccolezze, regalini... Ogni cosa può risultare gradita, se chi vi passa il pacchetto ha dato il meglio che aveva.
Siate più carini del solito. Non solo in parole/pensieri/opere, ma anche nell'aspetto... È il momento giusto per splendere!
Ne abbiamo viste di tutti i colori.
Poco riesce ancora a stupirci.
Il mondo non ha influssi piacevoli.
Eppure... Se esiste un momento in cui non lasciare che la fede barcolli, e la speranza si estingua, è proprio questo! 
Innamoratevi di nuovo, o per la prima volta, ed ammettetelo. 
Fate pace con chi merita di restare nella vostra vita.
Valorizzate le persone alle quali volete bene, e che ogni giorno vi dimostrano di tenere a voi.
La gratitudine natalizia ha il sapore del torrone e del vin brûlé...
...che sia minuscola o una reggia...
...che l'abbia arredata Pininfarina o il catalogo Ikea...
Arredate casa!
Vestitela a festa e fate si che abbia rosso bianco e verde a farla da padrona, abbandonate il concetto per il quale "Less is more", e pacchianizzate come se non ci fosse una Paola Marella su tutto il globo!
Scrivete una letterina a Babbo Natale, che voi la prova che non esista ce l'avete davvero?! 
Ecco... E poi, in caso, fatela recapitare alla mamma, alla zia, alla sorella, all'amoruccio vostro... Che non si sa mai cosa può accadere...
...hai visto mai...
Comprate un calendario dell'avvento ed, ogni giorno, regalate un istante alla riflessione che manca un numero in meno al 25... Pare una stupidaggine, ma a me, l'idea di pensare al tempo che passa piace, sopratutto perché è un momento amarognolo che un cioccolatino o una caramella potrà addolcire!
Cucinate biscotti natalizi!
Che se anche non vi chiamate Ernest Knam, e non sapete tirar fuori una torta margherita manco dalla confezione della pasticceria, non importa un fico secco! 
Compratevi una formica a mo' di renna, o babbetto o pupazzo, e dateci dentro! 
Fate shopping natalizio!
O anche no...
Ma fatevi travolgere dalle atmosfere: il centro illuminato, le vetrine dei negozi che profumano di strenne, i centri commerciali che strabordano di luci e alberi giganteschi.
Al cinema, in tv, con gli amici il sabato sera, con il cane sul divano la domenica pomeriggio... Tenete gli occhi incollati allo schermo e infarcitevi il cervello di belle banalità e di buoni sentimenti.
I duri potete farli a ferragosto ed halloween, vah...
Chi è a dieta nel periodo natalizio, chi non esagera, chi si contiene, chi dice di no... Non sono persone sagge.
Sono stronzi che rovinano l'atmosfera ed il piacere agli altri.
Punto.
Non c'è Natale senza la diatriba, vecchia quanto quella di uovo e gallina, tra gli amanti del pandoro e quelli del panettone. 
Per la sottoscritta il primo [Bauli] vince a mani basse.
Anche perché, come ho letto recentemente sul blog di qualche mente illuminata, non esiste dicembre senza naso sporco di zucchero a velo...
Rincitrullitevi di canzoncine natalizie.
Arriverete a detestarle profondamente, vorrete dar fuoco a Michael Bublè, Mariah Carey, Frank Sinatra... Ma a marzo l'ipod vi passerà gli Wham e "Last Christmas" e vi pentirete del rogo...
State in casa, fate assumere al divano le fattezze del vostro deretano, indossate calzettoni improponibili, ma godetevi il relax di giornate brevi e di momenti lunghi... Saranno la ricarica che non vi aspettate nei momenti più stressati dell'anno!
Fate gli auguri.
Gridate "buon natale" al benzinaio, alla cassiera, al postino, alla bidella, all'autista del bus, alla vicina stronza, e alla baby sitter.
Che ci guadagnano? Nulla.
Che ci guadagnate? Niente.
Ma a chi non piace un sorriso inaspettato per una gentilezza non pretesa?

giovedì 11 dicembre 2014

listography project... dalla #24 alla #28


The Listography Project dalla #24 al #28

Eccoci accà, dopo la prima tranche di due settimane fa, e la settimana trascorsa a riciaparmi dai malanni, ecco il secondo post con le seconde quattro liste:

#24: CITTA' USA VISITATE
#25: BIZZARRIE SU DI ME / COLONNA SONORA DEI VIAGGI
#26: PEGGIORI AZIONI COMPIUTE DA BAMBINA
#27: RISTORANTI PREFERITI
#28: PERSONAGGI STORICI CON I QUALI CONVERSARE

CITTA' USA VISITATE: sono stata negli Stati Uniti nel 1999, una vacanza strepitosa, ben tre settimane a zonzo con i miei genitori e la Jn... uno di quei viaggi che, se dovessi fare oggi mi renderebbe stratosfericamente felice, e sarebbe certificato da mille foto, e da una folle testimonianza su instagram e facebook... sono stata a New York, a San Francisco, a San Diego, Monterey, Los Angeles... che vacanza pazzesca, lo ribadisco!
Spero di riuscire a tornare almeno a new York a brevissimo, anche se mi piacerebbe un sacco fare una capatina a Washington, Boston e Las Vegas...

BIZZARRIE SU DI ME: allora, io sono un soggetto poco ortodosso, tanto che dubito di poter sintetizzare le stranezze che mi caratterizzano... comunque ci provo!
* soffro pesantissimamente di insonnia, e sopperisco alle ore di sonno perse con la visione di mille film/serie tv e la lettura di mille libri/riviste
* preferisco pioggia e giornate uggiose, al bel tempo e al sole che sprizza raggi da tutti i pori...
* il lunedì, è uno dei giorni della settimana che preferisco
* sono incredibilmente abitudinaria, tanto che se mi scassano la routine vado in sbattimento totale
* non riesco a dormire in un letto sfatto
* ho la paranoia del tempo che passa
* anche se debbo fare le analisi del sangue, difficilmente salto la colazione
* vado in palestra tutti i giorni
COLONNA SONORA DEI MIEI VIAGGI: non so se fosse nello stesso punto, o se ho mal copiato le liste da fare, fattostà che non c'entrano una fava l'0una con l'altra queste liste del punto 25... ma non ci focalizziamo...
Da che ho memoria, ricordo la colonna sonora del viaggio fatto a Formentera con Jn ed i nostri genitori... il cd "Domani Smetto" degli Articolo 31... lo sapevamo A MEMORIA!!!

PEGGIORI AZIONI COMPIUTE DA BAMBINA: ero una piccola saccentella, e se qualcuno si comportava male tendevo a fare la saputella, facendo la spia con la maestra o ergendomi a guardiana del giusto modus pensandi...
una volta mi buttai, non consapevolmente, giù da un trampolino di 4/5 metri, battendo la testa, svenendo e finendo in ospedale, con grandissima paura di tutti... miei genitori in primis!
a pochi giorni dalla Vigilia di Natale mi cacciai del polistirolo in un orecchio, e trascorsi la notte di Natale al pronto soccorso con i miei... spergiurai di non essere stata io a mettermi il polistirolo nell'orecchio, ma di essere stata vittima di un velo scherzetto da parte di qualche compagno di classe...
Vissi una parentesi da Arsenio lupin, durante la quale mi ritrovai a trafugare piccoli oggetti di cancelleria ai miei compagnia... penne/temperini/gomme/agendine... venni scoperta dalla SuperMamma, ed obbligata a restituire il mal tolto con grandissima figuraccia! 
...su quest'ultimo punto ne avrei da scrivere, ma per decoro nei confronti di me stessa, taccio... che un buon tacere, non fu mai scritto!

RISTORANTI PREFERITI: ...questo punto mi rimanda ad una listography passata, nella quale venivano richiesti i locali preferiti, qui precisamente, dato che nei locali vado poco, avevo preferito un elenco dei ristoranti... va beh, rimedio scrivendo il mio japan del cuore, che sta in piazza Duomo in quel di Brescia, ed è una sorta di all you can eat, un po' più ficherrimo, poiché vieni servito a tavola... poi ci sono il "Laurin" ed i "W" di Bolzano, perché tutte le volte che si parte per i mercatini natalizi, quei due locali sono la norma, una tradizione che guai a spezzarla... io adoro anche andare a mangiare la super cotoletta, detta anche "orecchia di elefante", in un posticino a Verona, poco conosciuto, molto caratteristico e per nulla convenzionale!

PERSONAGGI STORICI CON I QUALI CONVERSARE: ho sempre avuto una netta preferenza per le materie umanistiche, da che vado a scuola direi... Quindi la storia mi è sempre piaciuta tantissimo, tanto che l'approfondivo a casa, con libri meravigliosi che la SuperMamma mi regalava, sin da quando ho imparato quanto l'antico Egitto fosse ricco di mistero e fascino... ne avrei di gente alla quale rompere le scatole, se avessiuna macchina del tempo funzionante e rodata, ma mi fermo a 5 personalità, per me sinonimo di grandezza infinita.
La prima chiacchierata la farei con una donna dell'antica Roma, Agrippina, l'ambigua madre di Nerone... cosa si prova ad essere genitrice del primo vero e proprio folle nazista della storia?
Il secondo col quale intratterrei una conversazione, è Hitler, a proposito di nazisti... cosa fece di lui ciò che è? perché tanto e tale odio nei confronti degli altri? 
Alla terza, Maria Antonietta, dedicherei almeno un pomeriggio, allineata nel pensiero alla visione di lei che ebbe la Coppola, scambierei battute di fronte ad un cosmopolitan degustando sushi e dolcetti, sono certa gradirebbe scambiare confidenze con la sottoscritta, se la viziassi così...
Giusto per non farmi mancare nulla, mi siederei a parlare con Elisabetta d'Inghilterra, meravigliosa e fortissima sovrana che fece della sua dedizione per il regno da lei comandato, il puntodi forza del suo mandato.
e, per finire con le ciacolate, datemi Gesù Cristo, figlio di Dio, che io, oltre che spiritualmente, sento figura storica imprescindibile... quante cose mi permetterei di chiedergli... 


anche questo elenco di liste si è fatto, ed ora passiamo ad altre cose...
ma non adesso, magari domani, nel prossimo post...
non vorrei svelarvi troppo della mia mente bacata, e troppo in fretta...
sappiate solo che, come il mio blogolocale, la casa di Patalice e di Brivido, risplende di luci natalizie, di atmosfera bianco rossa, e profuma di cannella, ed ha uno scintillante abete gioiosamente decorato, a fare da protagonista!

...abete che, in famiglia, non tutti hanno particolarmente gradito... 
R-Dog, infatti, ha mostrato tutto il suo dissenzio, facendomi trovare, la mattina seguente la sua installazione, una bella ed abbondante vomitata davanti al suddetto...

...anche i cani hanno un gusto personale,molto molto sofisticato, e per nulla affettuoso tra l'altro! 

invest in yourself... che è più meglio

Fate un favore a voi stessi. Imparate a stare da soli. La qualità del vostro tempo, della vostra solitudine, del vostro peso sociale, ...