Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2016

Ginger

Immagine
Lo avrete notato.
Manco di idee.
Recentemente mi faccio ispirare dai blogger altrui.
Un po' perché sono una saccheggiatrice di idee, dichiarata ma convulsa; un po' perché sono un po' presa da certe cose che prometto di rivelare a tempo debito.

Ciò posto, con questa premessa della quale potrebbe non fregar meno, ho letto uno spassoso, auto-ironico e splendido post di Princess Vanilla, la quale esaltava il potere immenso della bionda.

Sono anni ed anni che inneggio al fatidico blonde-power, ricordando personalità di assoluta grandezza, del calibro di Brigitte Bardot, Serena van der Woodsen, Pamela Anderson, Gwynet Paltrow, Charlize Theron, Valeria Marini, Tina Cipollari, Cara Devigne, Gisele Bundchen, Heidi Klum, Cenerentola, Elsa di "Frozen", Madonna, Britney Spears, Raffaella Carrà, Barbie, e l'intramontabile ed inarrivabile Marylin Monroe... oltre a mia sorella Jn!

...e voi ridete e sottovalutate quanto vi pare, ma queste donnine qui, ognuna nel proprio cam…

tag in evoluzione... 15 libri che mi hanno fatto bene!

Immagine
Non so perché ma il mercoledì sta diventando un po' una sorta di "giornata mondiale delle liste secondo Patalice"...
...vorrei dirvi che è una fase, vorrei dirvi che è l'ultima, ma la vera verità è che ci sto sguazzando un pochettino, ed un pochettino mi riempie divertendomi alquanto...
Questa volta, è la volta della Cri, la quale ha festeggiato gioiosamente e degnissimamente la #giornatamondialedellibro, che è stata il 23 aprile, e che io ho osannato scarsamente, perché avrei voluto acquistare tipo dei libri, ma ho avuto il veto della SuperMamma, la quale pre compleanno diventa una SS nazista, tutta divieti e no.
Comunque, dicevamo, il tag che vi propongo con elegante ritardo, riguarda i 15 libri che amo di più, e che di più mi hanno favorevolmente intrattenuta/influenzata in 25 e passa anni di onorata carriera da lettrice!

1- IL PICCOLO PRINCIPE più che un libro un mantra... una continua ispirazione che mi porta in continuazione, e senza respiro, a voler respiro e …

...nel bel mezzo del cammin di nostra vita...

Immagine
Mi spiace a tratti, quando viene a mancare una persona famosa.

Prince, nella fattispecie.
Adoro "Kiss" e "Purple rain", ma non mi sono mai strappata i capelli per lui, e mai ho comprato un suo cd.
Aveva più o meno l'età dei miei genitori, ergo era piuttosto giovane, ma rispetto ai miei, la vita se l'era costruita più artefatta, e colma di vizi.
Comunque, mi spiacque più per Michael Jackson, e prima per Mike Bongiorno, e Lady Diana.
Ah, sì, anche per il Sic, Lucio Dalla, Corrado, Sandra, Raimondo, Heath Ledger, e Liz Taylor, che hanno popolato molto di più il mio mondo, e mi hanno lasciata molto più attonita. 
Oggi, se se ne andassero la regina Elisabetta, Angela Lansburry e Franca Valeri [solo per citare la vecchia guardia...], mi spiacerebbe di più che per Prince...
... che ci volete fare? Sono snob e sacrilega, anche di fronte alla grande dipartita! 
...non volevo parlare di morte in modo leggero, però la realtà è che mi spaventa un sacco, quindi esorcizz…

considerazioni sparse di cose vere eventuali ed attuali

Immagine
* Ardua lotta versus la mia postura.
Sto cercando di stare dritta con la schiena.
Che già sono "diversamente alta, se poi simulo il buon Quasimodo, stiamo apposto...
Quindi mi ci metto di buzzo buono, con risultati altalenanti ed incazzature galoppanti.
...ma pilates che lo faccio a fare se non mi impegno?

* Rosa Barbie a mani e piedi.
Ho applicato il semi-permanente, ed ora mi trovo gli apici delle ditina belle come lo zucchero filato...
Fa sempre tutto parte del pacchetto "diveta un donnino come si conviene patalice", con la giusta attenzione a manicure/pedicure/trucco/parrucco... Per lo stesso motivo ho rifatto il colore e mi sono ritrovata la testa ancora più ginger

* Weekend lungo
Che poi vuol dire che cercherò di farci stare più cose possibili, e so già che mi ritroverò più stanca di prima...
E sono usciti e ritornati al cinema un sacco di film che voglio vedere ["Zone d'ombra", "Mistress America", Les Souvenir", "Codice999", &…

25 domande sul cinema che trovate pure da me, dopo averle trovate da chiunque altro...

Immagine
Trovo questo bel post di Pietro Saba e mi dico: "Ohibò Patalice, dopo aver copiato Sophia, perché non simulare anche Pietro, riempiendo di inutili dettagli sulle tue preferenze, i tuoi ammorbati lettori?"
...e così eccoci qua! 

Ben 25 domande scovate non so da chi e non so sotto quale criterio, che approfondiscono la passione per il cinema... 

...e vuoi non darti al test selvaggio?

1. Il personaggio cinematografico che 
vorresti essere Carrie Bradshow.
Si lo so che è più serial che cinema, 
però dai di "Sex & the city" hanno comunque fatto ben due film, no?
So che avreste pensato dicessi Holly Golightly, ma il mito lo lascio alle alte sfere.
...in realtà da piccola, avrei voluto essere Rizzo, ma il significato di "taluni" comportamenti, 
una volta diventati chiari,
mi hanno frenata un cicinino...
2. Genere che ami e genere che odi Non mi precludo QUASI niente... 
Però ammetto che non sopporto la fantascienza, proprio non mi piace!
Amo moltissimo tutto il resto... v…

tutto d'un fiato, senza ne capo ne coda

Immagine
Io sono una blog alla cazzo.

Scusate il torpiloquio.
Non vorrei essere scurrile, lungi da me e dalla buona educazione impartitami da quei santi personaggini che sono i miei genitori; ma è un dato di fatto che io sia una blogger alla cazzo.

Non è la prima volta che ve lo dico, ho palesato tante volte questa cosa, e con mia immensa gratitudine, mi avete voluto sempre bene, siete sempre passati di qui, e avete tante volte in tanti letto i miei sproloqui. 

Ho voluto specificare questa cosa, perché questo post ricordera la mia natuira di blogger, ed è giusto che chi vuole un po' di buona creanza si allontani, senza farsi troppo male...

Settimana dal 9 al 17 aprile in pillole e supposte.

giorno1
io amo il lunedì
non mi infastidisce il fatto che sia finito il weekend, tanto più se il pomeriggio, complice il fatto che ci sono i "cinema days" me ne vado a vedere "Mister Chocolat" con la Robby... 
il tempo passato a parlare di tutto, a ruota libera, è sottovalutato... cioè, uno …

25 fatti libreschi che parlano della mia passione, ergo, di me!

Immagine
Mi è presa la voglia di raccontarvi un po' della mia passione per la lettura, leggendo Sofasophia

Partiamo dal presupposto che, quando si tratta di libri, io sono fagocitante, ovvero non conosco l'antica arte del fermarsi, o dell'essere morigerata... In libreria sono un furetto con il pepe al sederino, che apre libri, si innamora e si appassiona, nell'arco di 8 secondi netti, a 75 titoli differenti... 

Quindi, immaginatevi quale sia la mia giuoia, nel potervi narrare ben 25 peculiarità che raèpresentano la mia me lettrice, e la mia iper sensibilità letturosa... 

1' Le saghe le leggo tutte d'un fiato.
Tra la Elena Ferrante e la sua "Amica Geniale" e la K. Rowling ed il suo magico mondo hogwardsiano, quando alla fine di un libro c'è un "to be continued", scritto o figurato, io non mi so trattenere dall'aprire immediatamente il capitolo successivo!

2' Nello scegliere un libro, raramente leggo il riassunto. 
Mi lascio guidare dalla coper…

Obiettivo scrivere: racconto stonato

Immagine
Amo le donne che hanno quei profumi che, quando passano, restano lì, imprigionati nell'aria.
Che tu hai la fortuna di poterli sentire, e ne godi come e quanto più ti piace.

Non sono mai donne facili, sono donne misteriose e affusolate, donne con aggettivi che volgono all'indefinitezza.

Io non c'entro nulla con loro, mio malgrado.
Sono tante cose, ma non così.
Non so come si faccia ad essere così, ambisco a quello stato, ma è qualcosa di lontano.

Non sono stata abituata a quello stato lì.
Mia madre, l'esempio, il canone, lo specchio, a 40 anni ne dimostrava 50 portati male, e nelle foto della me bambina, appariva già sciatta.
"Le cose importanti sono altre" risposta ad ogni domanda che comportasse una risposta volta a far emergere l'apparenza.
Io sono nata, cresciuta e vissuta così.
E non sono stata felice.

Pausa.
Respiro tranquillo.
Nessun sospiro enfatico.
Nessuna malinconia di fondo.
Una presa visione diretta e chiara.


Ma dopotutto, la felicità, quell'immen…

...ad ogni miracolo serve tempo...e determinazione!

Immagine
Ieri leggevo "Vanity Fair", alle 4.29.
Di domenica mattina. Tra la tosse dell'allergia e l'insonnia che non va più via. Vaffancucco alla vita mia.
Terminato il momento catartico della poesia in rima, torniamo a Vanity. 
Leggendo mi sono resa conta che non potrei mai fare la giornalista: prendete l'intervista a Chris Brown.
Il rapper anticipa il tutto all'ultimo minuto, facendo fare i salti mortali a chi deve lavorare, per poi farsi trovare dormiente, e non svegliabile... Che visto il caratterino è cosa buona e giusta; si sa mai, che gli parte un mal rovescio che ci trasforma in Rhianna delle foto segnaletiche... 
...che io uno così lo intervisterei solo per auguragli di morire male, a lui e a quei deficienti, fan che comprano i suoi dischi e lo osannano. Le donne specialmente. 
Chi glielo fa fare a una giornalista di porre gentili domande, invece di sputargli?
La tentazione di vedere una suite dell'excelsior meneghino?
Mah...
Comunque, oltre a realizzare il fatto che…

Pensa pensieri felici

Immagine
Volevo lanciare un hashtag #moritemale

Non sono macabra e demoniaca, è un gioioso modo di dire che mi accompagna, e che suona duplicemente: un po' come "vai a cantare in chiesa la domenica"; ed un po' come "che la forza sia con te". Ma dal momento che sono troppo lunghi per poter essere ragguardevoli, ho creato questo trend funesto, che temo non prenderà piede, mio malgrado... La gente è decisamente troppo bacchettona, per sposare l'azzardo linguistico e sensoriale.
Da questo incipit pazzesco, di cagate belligeranti, passo col dirvi che la fanpage facebookiana è cresciuta rigogliosa, come i miei aceri in giardino... E pensare che non avrei dato un euro ne all'uno, ne all'altro! 
Ho fatto una glorificante campagna sul mio profilo personale, e mi sono trovata con una decina di "mi piace" , in un paio di ore!
Faccio marketing meglio del Bria!
Ma siccome voi amicici della blogosfera non potete essere da meno, vi esorto ad inondarmi di &qu…

Un bacio... e fosse solo quello

Immagine
Ieri sera, Jn ed io, siamo state a vedere "Il Bacio", il film di Cotroneo, che parla di un trio di amici "sfigati", vessati da chi abita una vita provinciale e pesante; e dal destino stesso, assai più grande ed ingombrante di loro. 

Hanno 16 anni, vanno al liceo e sono bistrattati dai compagni; sognano di essere da un'altra parte, e si promettono vicendevolmente di esserlo, mentre crescono all'ombra di quello che la gente pensa di loro.
C'è la bella ragazza dai capelli lunghi, che ha il ragazzo "grande", che studia nella grande città, e la reputazione in cenere, da una scelta di libertà troppo grande, per una piccola città.
C'è il cestista introverso, ripetente e senza amici, reputato da tutti stupido; che porta il peso di una famiglia dilaniata, e di una mancanza che si fa sentire ed è presenza...
Ed infine c'è l'estroverso ragazzo, sfacciatamente omosessuale e fiero della sua stravaganza, adottato da una coppia splendida, e capace di…