Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2016

Per essere felice, comincia a provarci

Immagine
...ma quando pensate al futuro, a voi, non viene stra voglia di viverlo!?

ieri mattina l'esordio del mio utilizzo quotidiano di facebook, è stato sancito da questa frasona di cattiva cattiveria, che ha riscosso entusiasmo, like e pure qualche parere contrario...

partendo dallo splendido splendente punto di vista che la vita è una sola, e sprecarla è da perdenti bimbiminkia [...così, tanto per essere teneri...] ho elaborato una semplice ed efficace teoria sul futuro, basata principalmente sulla completa consapevolezza di un sano egoismo che muove le montagne: sii felice!
dopo aver esaurito gli applausi e i "grazie al cacchio", vi esorto a pensare a quanto tempo trascorrere compiendo atti che vi rendono lieti... all'impegno che mettete per sorridere ogni giorno... alla predominanza che date al problema, rispetto alla soluzione... all'ardua conquista del bello, rispetto alla facilità dell'accontentarsi... al grado di riconoscenza che accordate ogni giorno alle …

...e alla fine si parte...

Immagine
Dovrei essere tornata.

Credo.

Non sono sicura, perché con me, il mai non deve essere davvero detto mai.

E niente, la settimana scorsa c'era l'evento legato alla solidarietà per la fibrosi cistica, è stato particolarmente importante per me.

L'estate scorsa, quando Marta è venuta a mancare, una parte grossa di anima e cuore, è volata via con lei, ed io non sono più stata la stessa...

...lei non voleva morire, lei era convinta che ce l'avrebbe fatta, lei mi dava forza, lei era organigramma del mio senso di giustizia e di quello a mancare...

E non c'è più.

Non c'era più nell'istante preciso in cui mi è arrivato un sms, crudele e secco, chiuso in un breve parafrasare di frasi fatte ed affettate.

Non l'ho accettato ai tempi, non l'accetto ora...
Non l'accetterò mai.

E' certo che mi ha cambiata, dentro, profondissimamente.
Non mi importa più la vita se non può essere felice, se non sa essere leggera, se adopera manierismi laddove un veloce fraseggiare è baste…

random, tra foto e parole

Immagine
tra pizza... sushi... brioches... biscotti... fette di torta... gelato... pane con la salamina... patatine fritte... spero che sia vero, perché ci ho dato veramente, ma veramente dentro!
ieri caldo porco, tanto che mi sono strinata il nasino, ed oggi fa un freddo becco, è umidissimo, ed ha pure tempestato... voglio andare a casa, mettermi sotto la copertina e prepararmi una ciobar bollente!
è giunta l'ora di tatuarsi... ed ora ci ho proprio voglia ci ho... ne ho in previsione almeno 3, ma potrebbero diventare 4... comunque questo mi piace ma non mi convince... bah...
questo rufianino qui, sabato, ha compiuto 3 anni... cioè sono 3 anni che la mia vita è migliore... piena di peli che faccio fatica anche solo ad aspirare, ma un sacco meglio!
mi sono allenata come una povera pazza, la settimana scorsa, ed ho qui le gambe che mi fanno male di maledetto... non mi commento, che è meglio!






Riassunti ingrati e gratitudine astratta

Immagine
blogger bravi bravi, non dimenticano che il venerdì pubblicano, e se hanno da fare, si organizzano per programmare un post.

...che non sia una brava blogger lo dicono i fatti, dunque...
Ciò posto, sto recuperando, Di sabato... Mattino...  Dopo aver dormito solo due ore, due. 
Si avete ragione, c**zi miei, ma la condivisione è cosa buona e giusta, ed io oggi elargisco giustezza.
Vorrei dettagliatamente raccontarvi del mio compleanno, della settimana benefica organizzata nella palestra dei miei, del venerdì sera appena trascorso senza fiato...
Ma sono molto molto più brava con gli appunti sparsi, uno zibaldone disadorno e disordinato, che spicca più per le sue manchevolezze che per altro... 
...ergo a quello mi attengo, per coerenza delle competenze, più che altro...
COMPLEANNO *primo anno che festeggio in anticipo: un pranzone con la family, quella di sangue bella e quella di elezione scelta! un posticino nel centro di Brescia, risate tante, pezzi di pollo fritto e crocchette di zucchi…

Rabbia

Immagine
Diciamocelo:
Fare arrabbiare me è facile.
Sono fughina di natura, e basta un tono sopra o una parola di troppo ad incendiarmi come uno zolfanello.
Straordinariamente, complice il sonno atavico che mi ha attanagliata con la primavera, il mio "lato Hulk", se n'era rimasto silente a guardare cartoni animati, sgranocchiando biscotti, e colorando migliaia di mandala, ignaro che i giorni passassero ed il mio fegato non si ingrossasse. 
Ma è passata la poesia. E ieri, il bel castello costruito tra i km di corsa macinati sul tapis, e le puntate registrate di "Castle", si è rivelato di carta, andando giù come niente.
La realtà è che "quelli come me" vivono al 300%, e non ammettono sbagli. 
Mi hanno insegnato che, prima di pretendere il meglio dagli altri, devi essere tu a dare il meglio di te.
E così, cerco di agire sempre. 
Non è semplice, perché essere coerenti non è matematica, ed occorre adoperare pazienza grazia e temperanza, quando si ha a che fare con le cose de…

16 maggio 2016- Patalice compie 31 anni

Immagine
...non cambia nulla...

è solo un 1 in più vicino a quel 3 che ti faceva tanta paura, che ti ha resa paranoica, incrementando le menate...

eppure, come sempre fai, perché tu sei così, in questo 1 tu ci vedi un sacco di cose:
ci vedi quei sogni che ti ostini a lasciare nei cassetti;
ci vedi quelle aspettative alte che procrastini;
ci vedi quelle valigie da preparare, per le quali posponi sempre;
ci vedi le cose grosse, quelle che cambiano la vita;
ci vedi la te stessa più autentica, quella versione di te che pare non cambiare mai, e cambia sempre...

REGINA
mi sono autodefinita così una volta, e c'è chi così ha preso a chiamarmi.
me lo sento addosso questo nomignolo per nulla umile, mi ci sento bene dentro, e me lo sento mio...

la Jn, su facebook, ha fatto un collage delle mie fotografie, mettendo 31 aggettivi che mi contraddistinguono:
Leale.
Sincera.
Amica.
Sognatrice.
Rompiscatole.
Fashion.
Divertente.
Buffa.
Bella.
Lunatica.
Inarrestabile.
Atletica.
Tecnologica.
Tascabile.
Stilosa…

ultimo post dei miei trent'anni tondi tondi

Immagine
Siamo giunti all'ultimo post da trentenne, pre trentunesimo compleanno.
Suppongo potrei scrivere delle profondissime riflessioni su quest'anno di cambiamento di decina, oppure potrei delucidarvi sulla condizione di una giovane trentenne nella società odierna, o ancora potrei tenere una sottospecie di comizio sulla vita che cambia, le abitudini che si modificano, e le sensazioni che attanagliano.
Oppure no.
Potrei sprecare il mio talento letterario per la "solita me" ...quella me svagata, cazzona, cazzara, leggera, che amo essere ed interpretare...
Ergo vi sciorino cacchi miei, come panni al sole, cacchi attuali, freschi freschi di giornata!
1. Correre mi piace sempre di più. Sto diventando fissata e compulsiva. Ma sono felice. Ormai ho mezz'ora nelle gambe, nel fiato, nel cuore. E mi piace. Ascolto la musica dagli auricolari, e non lo facevo da tanto tempo, e canto. E sono felice quando scendo sudata, nel vestito peggiore, e non sono andata, ma mi sono mossa tanto.
2. Sono st…

liebster award, ovvero l'ennesima occasione di raccontare di me

Immagine
Mi piace sempre un sacco quando gli altri blogger hanno voglia di premiarmi...

Non so esattamente cosa voglia dire, Liebester, ma ho scoperto che quando i blogger li consegnano ad altri blogger è per premiare il loro talento, o perché provano per loro dell'affetto...

...e qui credo vinca la seconda!

E con queste brevi righe, ringrazio la blogger che mi ha regalato questa nomination, Giulia Lu, di "Liberamente Giulia", una dirimpettaia dotata di incredibile buon gusto, diciamocelo...

A questo punto si deve rispondere alle domande poste dal nominante,

1. Quale genere preferisci leggere in assoluto? 
SAGHE FAMIGLIARI
2. Come hai scelto il nome del tuo blog?
FACEVA RIMA, E MI E' PIACIUTO...
3. Quanto tempo dedichi al tuo blog?
MOLTO, ALMENO UN'ORETTA OGNI GIORNO, WEEKEND INCLUSI
4. Quando preferisci scrivere o sei più ispirato/a?
LA MATTINA MOLTO PRESTO, O QUANDO SONO SUL TAPIS ROULANT
5. Cosa apprezzi di più del tuo carattere?
IL FATTO DI AVERNE, NEL MODO PIU' CANONICO D…

di corsa con la musica alle orecchie...

Immagine
Questo weekend, blocco e biro colorate, mi sono messa a progettare cose futili, come se fossero serissime.

Il bello di me in primavera, come a settembre, e similmente a gennaio e ad agosto, è che trovo il giusto perché alla mia voglia di rivoluzionare, programmare e cambiare...
Tipo, avete presente quando siete in auto? La testa svagata e l'orecchio distratto all'autoradio che va? 
Ecco, capita che sentiate una canzone che sembra descrivere voi, o quello che state vivendo in quel momento.
Capito come, vero?
Non si tratta di una canzone che piace, ma che parla di voi.
Ieri correvo, gambette veloci in scarpe sbagliate, ed è arrivata Cindy Lauper, "Girls just wanna have a fun", e ci ho sentito dentro me. Adesso. Solo da incontrare, ma sempre stata. Con quel misto di confusionaria allegrezza che si fonde agli errori buoni, al futuro che non c'entra niente ma ti si scioglie addosso. 
E cosi, spremendo le meningi e facendo passare le decine di playlist create su iTunes negli ann…