A chi tocca, tocca

Ci hanno detto che tutti meritiamo:
*l'amore idilliaco;
*un domani migliore;
*il raggiungimento dei nostri sogni;
*un futuro radioso;
*di ottenere ciò che vogliamo.

Ed io, in questo pomeriggio afoso che strizza il sudore fuori da ogni poro possibile ed immaginabile, vorrei tanto dirvi il contrario...

...ma sappiate che è una cagata pazzesca!

"Tutti meritiamo".
Ma scusate, TUTTI chi?

Cioè, voi conoscete TUTTA gente meritevole degli splendidi regali da favole ed unicorni di qui sopra?

Dai da bravine, care le mie Pollyanna, lo dite solo perché siete state fottute dalla minaccia del karma, ma in verità non lo pensate le un cacchio proprio.

Anzi!
Scommetto il Woolrich che vorrei e non posso permettermi, che avete già stilato in tempi non sospetti, la lista dei nemici giurati che meriterebbero quantomeno un cagotto alla settimana.

Ci hanno insegnato che se siamo e saremo bravi/buoni/belli, ci sarà una ricompensa per noi e per le nostre azioni volte al bene, ma poi cresciamo nel mondo e ci rendiamo conto che il mondo non strizza l'occhio ai buoni, più di quanto non lo faccia coi cattivi dichiarati e designati, ed un minimo di smarrimento è normale.

Ergo facciamo che siamo tutti figli di puttana professionisti, e smezziamo con un altro manipolo di stronzi la permanenza sul pianeta terra?

Ma no.
Anche si.
Boh.
Fate voi.

Nel senso che ho sviluppato una mia opinioncina sulla questione:
non pensare di meritarti qualcosa, qualsiasi cosa, ma lavora per averla.

Rompi le palle, prima di tutti a te stesso, pur di ottenere quello che vuoi; non mollare la presa, quando pensi di poter arrivare ad un traguardo sulle tue gambe, ma concediti di lasciar perdere le cause perse, perché a quelle potresti non arrivare mai, e ci potresti star male per sempre.

I modi in cui arriverai lì, sono tuoi, tutti tuoi, completamente tuoi.
Pagherai le conseguenze degli errori, e godrai dei vantaggi dei successi.

Ad maiora.
Per tutti. 

Commenti

  1. Cara Patalice, dicono tante di quelle stupidaggini che non è più possibile credere, intanto io direi di cercare noi stessi qualcosa di buono!!!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non potrei essere più d'accordo TOMASO, sono convinta che la fede in noi stessi e nei nostri mezzi sia il modo migliore per trovare la felicità

      Elimina
  2. Il mondo è dei paraculi. Questo è assodato. Da sempre e per sempre.
    I buoni e i sensibili devono far tesoro di altre soddisfazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con Francone :)

      bacini, Pata...

      Elimina
    2. senza dubbio FRANCO parli e dici bene... mi chiedo solo di quali altre soddisfazioni debbano fregiarsi gli altri

      Elimina
  3. Tocca morderla la vita, altrimenti ti sfugge via. Buoni per forza non è necessario, solo una cosa: il rispetto per gli altri. Per il resto, non dobbiamo essere tutti santi, soprattutto se subiamo un torto... e, col cacchio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il sapore che ha, MIKY, a volte dissuade dal mordere davvero

      Elimina
  4. Il problema è che troppe volte succedono cose che non meritiamo di subire..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quello sì PIETRO, ma forse la via d'uscita ed il bello è proprio quello... nel senso che imparando dai torti subito si cresce migliorando

      Elimina
  5. Amen sorella :D
    In linea di massima concordo, purtroppo a volte la vita si accanisce in modo particolare con persone che fanno di tutto (sudore e sacrifici) per ottenere ciò che desiderano senza avere risultato. Ad maiora soprattutto a quelle persone.
    Un bacino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono tante, eppure non le ricordiamo mai qielle persone QUEEN, o almeno io non do loro il giusto peso nei pensieri

      Elimina
  6. Basterebbe godersi quello che la vita ci dona giorno per giorno, lasciando stare il futuro radioso e vivendo il presente.
    Certo, se cammini su un marciapiede con le infradito ai piedi e pesti i bisogni di un alano...diventa difficile vederlo come un regalo della vita...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NICOFOOL dicono che i bisogni portino fortuna, se sono direttamente proporzionali alla grandezza del proprietario, ce n'è parecchia tra le dita scoperte delle infradito

      Elimina
  7. Una visione della vita triste.
    Qualcuno ha scritto:La felicità è saper apprezzare le cose che abbiamo,spesso quando combattiamo per il tanto,otteniamo il poco o il nulla.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
  8. A volte sei una bambina, Pata. Ovviamente nel senso meraviglioso del termine. Sei sfacciatamente sincera, senza filtri. E fai bene :-)

    RispondiElimina
  9. noi facciamo quello che possiamo, e quello che serve, per arrivare lì dove vorremmo arrivare.
    poi, certo, la vita, il destino, etc etc, ma intanto noi abbiamo aumentato al massimo le probabilità. poi, deve anche dirci culo, ovvio.

    K <3 pata, lo sai

    RispondiElimina

Posta un commento

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!

Post popolari in questo blog

..." cuore in arresto favorisca i sentimenti"

Nessun obbligo di commento

cara Chiara ti scrivo