Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2017

per una vita in love

Immagine
Si sa, gli americani si danno sempre un gran da fare per farci sentire dei perfetti cretini... nel senso che si divertono sempre moltissimo a darci nozioni indispensabili, che sembrano il classico oro che cola...
L'ultima trovatona nella quale mi sono imbattuta, professa il come fardurare una relazione.
Ci si mettono con tutti i crismi possibili, ammettendo che si, sicuramente,è difficile; ci vogliono amore, pazienza e tanta voglia di far durare le cose e di non abbattersi alla prima peripezia negativa; ci vuole il desiderio di sentire l’impegno verso la persona che abbiamo scelto, e la continua tribulazione per costruire sempre, senza demolire mai, ne con le parole, ne con gesti e comportamenti. C'è che non si può ferire, e che se capita, bisogna dannarsi per ottenere l'altrui perdono.

C'è che, bisogna essere bravi.
Ma bravi-bravi, in modo assurdo, totalitario e totalizzante.

Non so voi, ma se io sono felice in coppia, non mi pongo troppe domande... sicuramente, essendo io…

...con la lingua...

Immagine
Ero ai gradoni del parco.
Quel parco dove ci si ritrovava un po' tutti, noi adolescenti del paese, nelle sere d'estate, nelle quali dovevo comunque tornare alle 10,30 ma uscivo alle 8, con il boccone di polpette e pure, ancora in stallo in fondo alla gola.
"Noi" eravamo la compagnia di punta, corposo gruppazzo di teenager brufolosi, dall'ormone impazzito, il look improbabile e la lacrima più facile di un film di Muccino. 
Più maschi che femmine, normale amministrazione, perché a me è sempre andata a genio più la compagnia loro, che quella delle lamentose collaterali, fatta eccezione per l'EducAttrice e la Sali&Tabacchi. 
Ricordo una serata qualunque, fine grest, festeggiamenti per animatori ringalluzziti da un mese di responsabilità.
C'è chi indossa una gonna lunga di jeans con fiori arancione, chi ha il glitter su una schiena pelosetta, chi si imbosca tra i tendoni del teatrino per limonare, e chi si nasconde sul retro con le prime sigarette accese che no…

cosa mi piace... perchè ricordarcelo importa eccome

Immagine
Mi piace fare colazione.
Mangiare un biscottone gigantesco, mentre si scalda il latte, ed io metto la marmellata o la Nutella sulle fette biscottate.
Sedermi, con tutto pronto davanti, prendere una rivista, ed iniziare a leggere, con il pigiama e la vestaglia, i calzettoni e le pantofole.
Una volta finito, se posso, torno a letto.
Succede di rado, anzi capita rarissimamente, ma quando capita è sinfonia.

Mi piace stare in palestra quando è chiusa.
Aprire che ancora alle finestre c'è notte riflessa, mettermi sul tapis roulant e camminare con le cuffie nelle orecchie, mettere una canzone che amo, che da la carica, che atrofizza il sonno, e cantarla a voce altissima, inventando le parole, lasciando andare le note, stonandole, vivendole...
Posso giusto il sabato e la domenica mattina, ed infatti la sveglia non deve nemmeno suonare nel weekend, mi sveglio normalmente prestissimo, pur di godere di questo privilegio.

Mi piace passeggiare per i centri commercili da sola.
Vedo cose e scruto gente, m…

inquietudine spezzata da una consuetudine sparita

Immagine
Ho un nuovo telefono.
Un'iphone 7 molto figo.
Ho comprato una cover, costosissima, con Taz, il diavolo della Tazmania in posa statica ed eruenta; e pure una batteria esterna, di emergenza, con il logo di Batman.
Ho speso un sacco di soldi, ma mi è parso doveroso, nei confronti di uno smartphone nuovo, parecchio figo ed infighettato.

Da quando ce l'ho è accaduto un piccolo dramma, che mi ha fatta pensare.
Non sono riuscita a spostare il contenuto del mio ex iphone su quello nuovo, ergo ho perso TUTTE le applicazioni comprate e/o scaricate; mi si sono cancellate TUTTE le fotografie; sono scomparse nel nulla TUTTE le conversazioni di whatsup.
Un colpo di spugna si è portato via TUTTO, ma proprio TUTTO-TUTTO.

Ne ho preso atto senza poterci fare nulla.
Cellulare alla mano, sono rimasta lì, attonita di fronte allo schermo del pc che mi aveva fregata.
Lo guardavo con occhi spenti, pensando e ripensando a tutto quello che avevo perso.
Foto, ricordi, parole altrui...
...e mentre la mi…

solo di riflesso...

Immagine
Un cactus che punge e tiene alla larga.

Un libro aperto, letto nei momenti meno opportuni.

Un fenicottero rosa tatuato dietro una caviglia, a difendere la leggerezza che non so vivere.

L'ennesima lamentela che non dico, ma che mi affolla la testa.

Una serata al cinema, dopo aver mangiato un hamburger con patatine...

Mi faccio un selfie, dove svettano i capelli rossi, e mi sento bella.

Perdere il filo sul tapis roulant mentre si suda troppo, ed i pensieri parlano sempre meno, perché non c'è ossigeno a supportarli.

Un paio di altissimi tacchi a spillo, di quelli che si notano e non passano inosservati, montati su una camminata perfetta.

L'iphone in mano, connesso, perennemente ed incessantemente.

Una fetta biscottata con marmellata d'arancia, che accompagna una tazza di latte e cioccolato, che coccola prima di iniziare la mattina.

La serie tv che corre dal tubo catodico, macchia il divano di pop corn, e rilassa una serata di solitudine.

Il pc che raccoglie fragilità, id…

alla ricerca di qualcosa da dire... per trovare qualcuno che sono

Immagine
L'insonnia notturna è una brutta storia.

Perché, io non so come faccia, ma la notte amplifica i pensieri negativi, fa in modo che le paure diventino più grandi e minacciose, e fa vivere i tremori in 3D... ed io 
D E T E S T O il 3D!

Quindi, niente, vivo la notte tanto quanto il giorno, visto e considerato che quando dormo 3 notti mi sento fortunata all'ennesima potenza, e ne devo pagare tutto il dazio!

Un po' di punti a casaccio?
Così, tanto per cazzeggiare consapevolmente...

1- Sto guardando troppi film
Il ché sarebbe un'ottima cosa se io, chessò, facessi la critica cinematografica, la giornalista per qualche rivista di cinema o collaborassi per il ministero della pubblica istruzione (il cinema è una forma d'arte, no?), ma siccome non faccio assolutissimamente niente di simile, perdo tempo. 
Ecco cosa faccio. 
Perdo tempo punto basta e stop. 

2- Sto spendendo troppi soldi.
Il ché sarebbe un'ottima cosa, o comunque sarebbe decisamente meno riprovevole, se non fosse che ho…

Voglio. Fortissimamente voglio.

Immagine
Dormire più di tre ore a notte
Due nuovi tatuaggi Tulipani in casa Sushi come se non ci fosse un domani
Capelli più lunghi, ma sempre rossi  Il concerto di Jax/Fedez è quello della Amoruso I weekend a Torino Bologna e Berlino Un paio di stringate verdi glitterate Moschino I pop funko dello Snaso e di Severus Piton Tre/quattro chili in più  Andare da Starbucks Leggere la trilogia di Kent Haruf Vedere tutta la saga Harry Potter in dvd Mettere il top di pizzo coi pantaloni militari Prendere una sbronza sonora
Ricevere QUEL messaggio o QUELLA mail
Un oroscopo che dica la verità
Sentire di nuovo i profumi
Un correttore che copra le occhiaia davvero
Non essere così tanto celebrale
Essere Chiara Ferragni

Non so la vostra, ma la mia settimana parte da qui.

Domani un altro giorno ormai è qua

Immagine
A fine novembre, nella cassetta della posta, ho trovato il catalogo dei giocattoli dell'Auchan, uno dei supermercati vicino a casa.

Erano anni che non mi accadeva, e non ho potuto fare a meno di sentire il cuore tenerino tenerello...
Quanti ricordi!
Arrivava a casa, ed io e Jn, ci metteva a fare un pallino o una crocetta in parte alle cose, a seconda che il regalo lo volessi io oppure lei.
Sebbene si sia state viziate tutte e due parecchio, io ho sempre avuto più perseveranza nel battere i piedi (trad. ero più scassa balle) e l'ho avuta vinta più volte... ergo se una cosa piaceva ad ambedue, era molto molto probabile finisse nel mio bottino...
Ca va sans dire? Posso assicurare che, però, lei è sempre stata la più coccolata... giusto per pararmi un po' il deretano...
Ciò posto, la presenza di un catalogo di giocattoli in casa, stride profondamente con la sua essenza.
No, dai, questa è una bugia, perché se si entra nel mio studio, tappezzato di Pop Funko, di album da colora…

40 anni innamorati

Immagine
L'amore non è uguale a tutte le età.

Ho scoperto l'acqua calda, ma l'ho scoperta, ed ora ci sguazzo, felice e allegra, contenta di poter fare riflessioni su una cosa assodata, ma per me fondamentalmente novella. 
Il mio amico Menny sta sperimentando l'amore a 40anni, dopo un ventennio circa di singletudine intervallata poco e male.
Lei, la conosco da prima che conoscessi lui, mai frequentate molto, mi ha sempre lasciato nel cuore l'aurea della dolcezza, che io che ne sono sostanzialmente priva, apprezzo come poche altre cose...
Si sono innamorati. Così come deve accadere, semplicemente in una situazione difficile. Perché, Tiziano Ferro è depositario della verità, e che l'amore è una cosa semplice non è vero... di più! 
Però a quarant'anni è strano vederlo così nudo, partecipe a se stesso e lontano da tutto il resto... senza la vergogna ne la paura ne l'orgoglio esibito, tratti così tipici dell'età della ragione.
Loro due, così consapevolmente esposti, si ri…